Covid19 e packaging personalizzato, valori delle aziende anche senza commercio sul territorio

donne_lavoro
La stampa personalizzata del packaging per un’azienda che ha perso il contatto fisico con la propria clientela è un’occasione propizia per esprimere la propria mission, etica e valori
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Prima della pandemia da COVID-19, le aziende stavano progredendo rapidamente verso i loro obiettivi di sostenibilità. Tuttavia, l’emergenza da coronavirus ha influenzato una moltitudine di industrie in tutto il mondo, in particolare l’industria del packaging. Le aziende di confezionamento stavano escogitando tecnologie innovative che fossero rispettose dell’ambiente, riutilizzabili e biodegradabili. Ma le preoccupazioni per l’igiene e la sicurezza degli imballaggi riutilizzabili hanno temporaneamente bloccato il progresso dell’industria degli imballaggi verso una catena di approvvigionamento sostenibile e circolare. Le aree specifiche nel settore degli imballaggi che sono state interessate includono: aumento della stampa digitale, preferenze dei consumatori, commercio elettronico, nuove o maggiori preoccupazioni in materia di igiene e sicurezza dei consumatori, sostenibilità ridefinita e aumento della plastica monouso e revoca dei divieti.

A seguito della pandemia, le aziende di confezionamento dovranno riequilibrare gli obiettivi di sostenibilità che includono una maggiore igiene, normalizzare l’e-commerce per tutti i segmenti commerciali e tenere in considerazione l’importanza della personalizzazione dei prodotti, a partire dal pack. L’impatto della pandemia avrà un effetto positivo sulle prestazioni, perché queste nuove tendenze metteranno in risalto le esigenze dei clienti in tutto il settore.

Lockdown e commercio e-commerce: il 77% dei consumatori in più per questa modalità di vendita

Secondo uno studio condotto dal Consorzio Netcomm appare che il 77% degli e-commerce ha acquisito nuovi clienti, avvicinando di fatto anche quelle fette di consumatori non amanti del digitale. Questo rapporto elabora le dimensioni del mercato, le caratteristiche del mercato e la crescita del mercato dei diversi settori dell’e-commerce, con un focus sui packaging personalizzati e li suddivide in base al tipo, all’applicazione e all’area di consumo. Questo rapporto ha anche condotto un’analisi PESTEL del settore. Per analizzare studiare i principali fattori di influenza e barriere all’ingresso del settore. Il rapporto copre anche altri fattori essenziali tra cui la valutazione del mercato, le ultime tendenze, gli influenzatori della crescita, le restrizioni, le sfide e le opportunità.

Si aggiungono a questo rapporto anche i dati Nielsen, un’azienda mondiale che misura i dati dei consumi su scala globale, che incasellano in un trend in fortissima ascesa gli acquisti via e-commerce, dall’82% ad un 162%. I beni preferenziali sono stati per lo più quelli di immediata necessità: cibo, igienizzanti e mascherine.

Packaging personalizzato: un’opportunità di crescita e rafforzamento della consapevolezza per tutti i brand

In base alle diverse tipologie, il mercato del Packaging Personalizzato dal 2015 al 2025 si suddivide principalmente in:

  • Vetro;
  • Carta e cartone;
  • Plastica;
  • Metallo.

In questo contesto si colloca perfettamente la stampa online, già molto praticata prima del lockdown, ma fortemente in ascesa in questo periodo di forte incertezza. Le aziende di stampaggio online specializzate, come Stampaprint, offrono anche il servizio di consulenza grafica, oltre che un interfaccia del sito molto intuitiva che accompagna il cliente in tutto il processo di progettazione del proprio design.

La stampa personalizzata del packaging per un’azienda che ha perso il contatto fisico con la propria clientela è un’occasione propizia per esprimere la propria mission, etica e valori. L’imballaggio non assume più soltanto i fasti di un involucro estetico che invoglia all’acquisto, ma anche e soprattutto funzionale, a garanzia dell’integrità dell’oggetto che contiene, durante il trasporto verso l’acquirente.

Il packaging ha il compito di evitare che il prodotto sia esposto a contaminazioni esterne, che non ne vengano alterati odori e sapori, e che siano garantite l’integrità e la freschezza in tutte le fasi della filiera: dalla produzione alla spedizione. Un attenzione particolare a ciò, magari accompagnato da contenitori in materiale riciclato ed ecologico, esprimono i forti valori e l’attenzione che l’azienda mette nei confronti dell’ambiente e di chi lo abita: i propri clienti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»