Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Il coronavirus travolge pure le slot: in Lombardia giocate dimezzate. Crollo anche in Veneto ed Emilia-Romagna

La chiusura alle 18 dei locali pubblici in Lombardia ha portato un brutto contraccolpo sul settore delle slot machine
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Effetto coronavirus anche sulle sale slot. In Lombardia le giocate si sono dimezzate nell’ultima settimana, in Emilia-Romagna e in Veneto si aggira tra il 30 e il 40%. Sono queste le stime degli operatori, riportate dall’agenzia Agipronews, a seguito dell’ordinanza che limita l’accesso ai luoghi pubblici, tra cui anche sale slot e sale scommesse, per l’emergenza legata al coronavirus.

La Regione Lombardia, ricorda Agipronews, è stata tra le prime ad adottare le misure di chiusura per gli esercizi pubblici come bar, locali notturni e qualsiasi altro esercizio di intrattenimento, dalle 18 alle 6 al mattino. Per questo nei 15 Comuni della ‘zona rossa’ la raccolta di gioco è azzerata, mentre nel complesso in Lombardia il calo è del 50%. Si stima invece una flessione del 30-40% per il settore gioco sia in Emilia-Romagna sia in Veneto.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»