Mette il pitbull a guardia della droga e ‘avvisa’ i Carabinieri. Arrestato

In manette un 26enne di Novellara, in provincia di Reggio Emilia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO EMILIA – Aveva messo un cane pitbull a guardia della droga e, con la scusa della pericolosità dell’animale, ha cercato di scoraggiare i Carabinieri dal perquisire la propria abitazione. Lo stratagemma non è però servito ad un 26enne di Novellara nella bassa reggiana, incensurato e disoccupato, che è stato arrestato per spaccio.

A lui i militari erano arrivati monitorando i giovani consumatori di stupefacenti del paese. All’arrivo dei Carabinieri in casa, però, il giovane ha chiuso di scatto la porta della camera dove si trovava sostenendo che, all’interno, c’era il cane che avrebbe potuto aggredirli.

Si trattava di una scusa per prendere tempo e provare a disfarsi della droga- quasi un etto di marijuana- poi trovata nella stanza in una borsa porta pc.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»