Minoranza, C10: al via confronto su sviluppo e lavoro

SAN MARINO - Una segreteria di Stato per la semplificazione normativa, incentivi per l'assunzione di sammarinesi e residenze
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SAN MARINO – Una segreteria di Stato per la semplificazione normativa, incentivi per l’assunzione di sammarinesi e residenze “smart” contingentate per gli investitori esteri: sono alcune delle idee che domani sera Civico 10 presenterà nel corso della seconda serata tematica. Dalla sede del movimento, il coordinatore Matteo Ciacci, insieme ai consiglieri Luca Santolini e Franco Santi, presenta il secondo appuntamento sui temi nodali del Paese, che segue quello della scorsa settimana dedicato al sistema pensionistico.

sm_c10

Domani sera alle 21, alla sala del Castello di Serravalle, con i consiglieri Enrico Carattorni, del Psd, Nicola Selva, di Upr, Tony Margiotta di Su e all’indipendente Simone Celli, il coordinatore si confronterà su sviluppo e lavoro e sulle idee in tema per cambiare il Paese. Target sono in primis i cittadini che “come movimento- spiega Ciacci- da sempre cerchiamo di coinvolgere sui temi strategici del Paese”. Ma non solo, le serate tematiche hanno anche un risvolto politico: “Cerchiamo di confrontarci con le forze che possono condividere le nostre proposte- prosegue- e con cui poter costuire un progetto di prospettiva”. I civici cercano il confronto con chi reputano intelorcutori credibili“. Ciacci li elenca: le forze dell’area democratica, quelle di Repubblica futura, l’alleato storico Su, infine Rete. “E’ con loro- puntualizza- che vogliamo ragionare sulle cose da fare”. Di alleanze non è però ancora il momento di parlare: “Prima vogliamo capire che progetto di sviluppo dare al Paese- sottolinea Ciacci- poi si parlerà di strategia”.

Santi quindi sottolinea come sui temi di sviluppo e lavoro in questa legislatura sia stato prodotto tanto a livello normativo, ma risultati ce ne sono stati pochi. “Bisognerebbe che la politica si fermasse per capire come mai”, sottolinea. Il confronto nell’Aula parlamentare risulta difficile, di qui l’idea delle serate tematiche: “In questa sede- spiega Santolini- confidiamo di riuscire ad approfondire meglio le nostre proposte, che non sono granitiche, con interlocutori politici e con i cittadini”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»