Draghi atteso al Quirinale, Mattarella: “Conferirò incarico per Governo di alto profilo”

L'appello del Presidente della Repubblica: "Fiducia a un governo che non deve identificarsi in alcuna formula politica"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha convocato per mercoledì 3 febbraio alle 12 il professore Mario Draghi al Quirinale. La convocazione di Mario Draghi al Quirinale e’ stata annunciata da Giovanni Grasso, portavoce del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al termine di una giornata convulsa che ha visto naufragare il tentativo del presidente della Camera di saldare la maggioranza per il ‘Conte Ter’.

“Avverto il dovere di rivolgere un appello a tutte le forze politiche in parlamento per la fiducia a un governo di alto profilo che non deve identificarsi in alcuna formula politica”, ha detto Mattarella.

“La campagna elettorale- ha spiegato il Presidente- coinciderebbe con un momento cruciale per le sorti dell’Italia. Il virus richiede un governo nella pienezza delle funzioni e non un governo con attivita’ ridotta al minimo com’e’ inevitabile in campagna elettorale. Lo stesso vale per la campagna vaccinale”.

LEGGI ANCHE: Renzi nella chat di Italia Viva: “Crimi non vuole cedere, stanno esagerando”

LEGGI ANCHE: Governo, De Petris (LeU): “Distanze incolmabili, difficile evitare elezioni”

ORE 21.50 – SALVINI CITA COSTITUZIONE: SOVRANITA’ APPARTIENE AL POPOLO

Matteo Salvini commenta la notizia del possibile incarico a Mario Draghi con una citazione dal primo articolo della Costituzione. “”L’Italia e’ una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranita’ appartiene al Popolo…”. Articolo 1 della Costituzione Italiana”, scrive Salvini su twitter.

ORE 21.45 – DELLA VEDOVA: GRAZIE MATTARELLA, +EUROPA PRONTA A SOSTENERE MARIO DRAGHI

“Ringraziamo il Presidente Mattarella per la pazienza, la saggezza e la determinazione. Siamo pronti a sostenere Mario Draghi, la persona con la necessaria dote di autorevolezza e competenza per guidare l’Italia in questa fase di crisi sanitaria ed economica senza precedenti e in un momento in cui si gioca il destino dell’Italia in Europa con le risorse del Next Generation Eu”. Lo dichiara il segretario di Piu’ Europa, Benedetto Della Vedova.

ORE 21.40 – ORLANDO: PERCORSO MATTARELLA MERITA ATTENZIONE E DISPONIBILITÀ

“Il percorso indicato dal Capo dello Stato merita tutta l’attenzione e la disponibilita’, ma se era difficile mettere insieme 4 forze politiche che avevano fatto un percorso insieme, non sara’ semplice mettere insieme forze politiche che insieme non hanno fatto e non faranno niente”. Cosi’ il vicesegretario dem, Andrea Orlando durante la trasmissione Carta Bianca su Rai 3.

ORE 21.30 – RENZI: CI RICONOSCIAMO IN MATTARELLA, E AGIREMO DI CONSEGUENZA

“Abbiamo ascoltato le sagge parole del Presidente della Repubblica Mattarella: ancora una volta ci riconosciamo nella Sua guida. E agiremo di conseguenza”. Cosi’ Matteo Renzi.

ORE 21.20 – APPELLO DI MATTARELLA: GOVERNO DI ALTO PROFILO SENZA FORMULE POLITICHE

“Avverto il dovere di rivolgere un appello a tutte le forze politiche in parlamento per la fiducia a un governo di alto profilo che non deve identificarsi in alcuna formula politica”. Cosi’ il presidente della repubblica Sergio Mattarella.

ORE 21.15 – MATTARELLA: SERVE GOVERNO NELLA PIENEZZA DELLE FUNZIONI

“Vi sono adesso due strade tra loro alternative: dare immediatamente tempo a un governo adeguato a fronteggiare le gravi emergenze sanitaria sociale ed economica-finanzaria. Ovvero quella di immediate elezioni anticipate: questa seconda strada va attentamente considerata perche’ le elezioni rappresentano un esercizio di democrazia”. Lo dice il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al termine del colloquio al Quirinale con il presidente della Camera, Roberto Fico, che ha concluso il suo mandato esplorativo senza successo.

“La campagna elettorale coinciderebbe con un momento cruciale per le sorti dell’Italia. Il virus richiede un governo nella pienezza delle funzioni e non un governo con attivita’ ridotta al minimo com’e’ inevitabile in campagna elettorale. Lo stesso vale per la campagna vaccinale”.

ORE 20.55 – FICO: RESTANO DISTANZE, NON C’E’ VOLONTA’ DARE VITA A MAGGIORANZA

“Si conclude oggi il mandato esplorativo che mi ha affidato il presidente Mattarella. A seguito del giro di consultazioni con le forze della maggioranza ho promosso l’avvio di un confronto su temi e punti del programma. Ho comunicato al presidente Mattarella alla fine del mio mandato che allo stato attuale permangono distanze alla luce delle quali non ho registrato la volonta’ di dare vita a una maggioranza”. Cosi’ il presidente della Camera Roberto Fico.

ORE 20.45 – FONTI CHIGI: DA CONTE DOVEROSO RISERBO SU EVOLUZIONE CRISI

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, dopo le dimissioni rassegnate al Capo dello Stato, ha ritenuto di non dover assumere alcun ruolo o posizione pubblica in questa delicata fase per il Paese, nel rispetto dell’impegno profuso dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dal Presidente della Camera Roberto Fico. Cosi’ fonti di palazzo Chigi. Come ricordato nei giorni scorsi, il Presidente del Consiglio non ritiene di dover rilasciare dichiarazioni mantenendo invece il doveroso riserbo sulla evoluzione della crisi di governo. Si invita quindi, in questo momento di forte criticita’ per il Paese, a non attribuire al Presidente Conte dichiarazioni e virgolettati che non rispettano il suo pensiero.

ORE 20.35 – CRIMI: DA IV UN SOLO OBIETTIVO, OTTENERE PIÙ POLTRONE

“Il risultato della giornata di oggi e’ chiara. Da noi ci sono stati grandi sforzi e sono stati fatti passi avanti nei confronti di Italia Viva, per dare al Paese un Governo per affrontare le questioni urgenti, ma abbiamo assistito a una serie di attivita’ quasi ostruzionistiche malgrado molte concessioni, tra cui le prescrizioni. Nonostante questo c’e’ stato un continuo stop da parte loro con l’obiettivo, piu’ evidente rispetto al passato: ottenere qualche poltrona in piu’. Non abbiamo ricevuto nessun tipo di assicurazione, come ad esempio la figura di Conte come premier. Si sono messi anche a sindacare su ministeri degli altri, da noi non c’e’ stato nessun veto”. Lo ha detto il capo politico reggente del M5S, Vito Crimi.

ORE 20.30 – PD: RENZI VUOLE SCEGLIERE MINISTRI ALTRI PARTITI, ROTTURA INSPIEGABILE

“Renzi aveva fatto richieste sugli assetti di governo e poi e’ arrivata la rottura inspiegabile”. Cosi’ fonti del Pd dopo la rottura del tavolo di maggioranza. “Nonostante la disponibilita’ della maggioranza ad accogliere Iv nel governo, Renzi ha deciso di rompere- aggiungono le fonti- Iv non puo’ pretendere di scegliere i ministri degli altri partiti”.

LEGGI ANCHE: Governo, il Pd resta ottimista: “Al lavoro sul Conte Ter, andiamo avanti”

ORE 20.25 – M5S: DA RENZI SOLO QUESTIONE POLTRONE, NO VOLONTÀ DI AIUTARE PAESE

“Nessuna volonta’ di aiutare il Paese nel momento piu’ difficile, nessun interesse verso i cittadini italiani o a lavorare per l’interesse della collettivita’. Da parte di Matteo Renzi sul tavolo c’era solo la questione delle poltrone. Cosi’ facendo ha dimostrato chiaramente che questa era la vera ragione per la quale ha provocato la crisi. Poltrone che ha chiesto, contrariamente a quanto sostenuto in questi giorni. Oltre a chiederle, il senatore di Rignano, voleva decidere anche per conto delle altre forze politiche. Inoltre il Movimento 5 Stelle, contrariamente a quanto affermato da fonti renziane, non ha posto alcun veto. In queste ultime ore e nei giorni precedenti siamo stati concentrati sui temi e si bisogni degli italiani ma ci siamo trovati di fronte a un leader politico che voleva solo mercanteggiare e cercare pretesti per rompere”. Cosi’ il Movimento 5 Stele in una nota.

ORE 20.00 – RENZI: REGISTRIAMO ROTTURA, PRENDIAMO ATTO DEL NIET

“Bonafede, Mes, Scuola, Arcuri, vaccini, Alta Velocita’, Anpal, reddito di cittadinanza. Su questo abbiamo registrato la rottura, non su altro. Prendiamo atto dei Niet dei colleghi della exmaggioranza. Ringraziamo il presidente Fico e ci affidiamo alla saggezza del Capo dello Stato”. Cosi’ Matteo Renzi su twitter.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»