Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Pil, Eurostat: “Italia in decrescita record dopo l’Austria”

risparmi
L’ufficio statistico dell’Unione europea ha pubblicato questa mattina una stima del Pil europeo dato l’impatto delle misure adottate per fronteggiare la pandemia da Covid-19
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

di Alessio Pisanò

BRUXELLES – L’Italia registra una decrescita del -2,0 per cento del Prodotto interno lordo nel quarto trimestre del 2020, stando ai dati Eurostat.

L’ufficio statistico dell’Unione europea ha pubblicato questa mattina una stima del Pil europeo dato l’impatto delle misure adottate per fronteggiare la pandemia da Covid-19. Ne è emerso che l’Austria è il Paese membro con il tasso di decrescita maggiore, -4,3 per cento nel quarto trimestre del 2020, seguita da Italia (-2,0 per cento) e Francia (-1,3 per cento). In generale si è registrata una complessiva caduta del Pil nell’area euro del -0,7 per cento, che si riduce al -0,5 per cento se si considera l’area Ue. Alcuni Paesi come Lituania e Lettonia si dimostrano invece eccezionalmente in crescita, registrando un incremento rispettivo del +1,2 per cento e +1,1 per cento.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»