Elezioni, Di Battista: “Mazzette per tentare i politici corrotti”

"Dobbiamo introdurre gli agenti provocatori nella pubblica amministrazione"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – I primi provvedimenti del governo Di Maio dovrebbero essere “due: un piano di aiuti alle imprese e una legge durissima contro la corruzione”. Lo dice Alessandro Di Battista, ospite di Radio Capital, dove spiega: “Dobbiamo introdurre gli agenti provocatori nella pubblica amministrazione: un agente della polizia che da’ la mazzetta a un politico e se lui la prende va in galera. Questo e’ un paese corrotto, dove addirittura gli ospedali sono stati sciolti per camorra”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»