Tragedia a Napoli, auto travolge manifestanti davanti a sede del Miur: un morto

NAPOLI - Durante un sit-in in davanti alla sede distaccata del Miur a Napoli, in zona Ponte
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Durante un sit-in in davanti alla sede distaccata del Miur a Napoli, in zona Ponte della Maddalena, un’auto ha travolto tre manifestanti, uno dei quali deceduto per infarto dopo la corsa al vicino ospedale Loreto Mare. La vittima è Raffele Vetturino, 62enne di Pozzuoli. I due feriti, Vincenzo Testa e Antonietta Musella, hanno riportato ferite lievi.

“Stamattina – ha raccontato all’agenzia Dire Angelo Disanto, sindacalista della Fisascat Cisl – un’auto ha forzato un posto di blocco e si è trascinata due persone per trecento metri. Un altro lavoratore è corso dietro per soccorrere il cugino che era sul cofano dell’auto. Gli è venuto un infarto ed è deceduto in ospedale. Abbiamo pagato un prezzo troppo alto, la colpa è dei presidi irresponsabili e del direttore generale del Miur che non fa acquistare i servizi”.

La protesta indetta stamattina dai sindacati è stata organizzata “perché il governo – ha aggiunto Disanto – dà soldi solo per il decoro e per le pulizie ma puntualmente dei presidi irresponsabili non acquistano il servizio e le aziende ci hanno sospeso. Stiamo parlando di 4mila persone in Campania costrette a vivere con 300 euro al mese“. Il sindacalista ha spiegato che la protesta “andrà avanti e domani manifesteremo a Roma fuori al Miur. Magari organizzeremo assemblee permanenti nelle scuole”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»