A Rimini una tombola per ridare le gambe al gatto Bolle

RIMINI - Dal bidone della spazzatura - in cui era stato gettato a soli due mesi di vita - ad
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

RIMINI – Dal bidone della spazzatura – in cui era stato gettato a soli due mesi di vita – ad un possibile ritorno alla normalità, grazie a quell’operazione che gli ridarebbe l’uso delle zampe posteriori. Sarebbe questo il regalo più bello per il piccolo gatto Bolle, chiamato così dai volontari del canile Cerni di Rimini perchè, nonostante i suoi problemi fisici, mantiene una vitalità ed una voglia di saltare e “danzare” contagiosa.

Appena arrivato in canile, al piccolo “Bolle” è stato riscontrato, dopo diversi accertamenti e visite specialistiche dei medici veterinari, un deficit congenito.

Per raccogliere i fondi necessari al delicato e necessario intervento chirurgico, i volontari del Canile di Rimini “Stefano Cerni” si affidano così anche alla befana, e al buon cuore dei riminesi. Come? Con una tombola di solidarietà – domenica 6 gennaio con inizio alle 15.30 – con ricchi premi per mamma e papà e dolci e giochi per i più piccoli.

Come spiegano i volontari in una nota, l’idea è quella di “un pomeriggio per divertirci insieme ma anche all’insegna della solidarietà”. Il ricavato della festa sarà infatti utilizzato per il delicato intervento chirurgico alle zampine del gattino Bolle, che gli darebbe la possibilità di camminare. Per l’occasione si potrà inoltre visitare la struttura, accompagnati dall’educatore cinofilo, pronto a rispondere ad ogni curiosità di grandi e piccini, e un goloso buffe preparato dai volontari.

“Gli animali – ricordano dal canile Stefano Cerni – vivono tranquillamente le loro disabilità anzi, spesso per compensazione affinano gli altri sensi, la loro capacità di adattamento ci lascia sempre stupefatti, Bolle è un micio perfetto, nonostante il suo limite fisico è un micio felice, simpaticissimo e i suoi volteggi ne fanno davvero un ballerino. Per lui – proseguono gli operatori – cerchiamo davvero un’adozione del cuore, persone disponibili a dedicargli tempo e le attenzioni che merita, sappiamo che non sarà facile, ma siamo certi che i riminesi non rimarranno indifferenti a questo appello”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»