Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Brasile, rivolta in carcere a Manaus: almeno 60 morti

Gli scontri sembrerebbero dovuti alla rivalità tra due fazioni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print


ROMA – Ci sarebbe anche la rivalità tra gang dietro la rivolta e i combattimenti che nella notte e ancora oggi hanno provocato oltre 60 morti in un carcere di Manaus, la principale città dell’Amazzonia brasiliana: lo indicano dichiarazioni e testimonianze rilanciate da ‘Globo Tv’ e da altre emittenti locali.

A suggerire che le violenze siano riconducibili a una contrapposizione tra bande di detenuti è stato Sergio Fontes, responsabile della sicurezza dello Stato di Amazonas. “Tutto”, ha detto il dirigente, “lascia pensare a un attacco della fazione più grande che voleva eliminare quella più piccola“. Il contesto, però, è quello di un sistema carcerario segnato da sovraffollamento e condizioni di detenzione drammaticamente al di sotto degli standard ritenuti accettabili a livello internazionale.

di Vincenzo Giardina

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»