NEWS:

X Factor 2023, Morgan replica a Fedez: “Si vede che di musica non se ne intende”

E ironizza: "Mi è piaciuta la battuta su Sgarbi e Meloni"

Pubblicato:01-12-2023 15:20
Ultimo aggiornamento:01-12-2023 15:20
Autore:

FacebookLinkedIn

ROMA – È ormai una telenovela infinita quella tra Fedez e Morgan. Dopo la stoccata lanciata dal rapper ieri sera a X Factor 2023, l’ex giudice ribatte a tono. Lo fa nel solito gruppo Whatsapp che sta utilizzando con costanza dall’addio al talent.

LEGGI ANCHE: X Factor 2023, bufera su Morgan per le parole contro Francesca Michielin e Fedez

LEGGI ANCHE: Morgan fuori da X Factor 2023: il giudice non sarà sostituito

“Fedez mi è piaciuto ieri sera, aveva più grinta del solito, almeno un po’ di verve! Ma adesso che ha sbottato cacceranno via anche lui o insultare gli assenti a mezzo televisivo è conforme allo spirito e ai valori di Sky?“, dice commentando l’attacco arrivato in diretta.

LEGGI ANCHE: Fedez a Striscia La Notizia: “Morgan cacciato da X Factor per cose gravi e violente successe off diretta”

E allora non risparmia sui toni e aggiunge: “Sarebbe una bella scena vederlo che si caccia via e si dà le pedate nel sedere da solo strillando: o io o io! Poi mi è piaciuta la battuta su Sgarbi e Meloni. Si vede proprio che di musica non se ne intende, non è il suo campo”.

LEGGI ANCHE: Il Codacons contro Sky: “C’è il sospetto che il motivo dello stop a Morgan sia l’attacco all’intoccabile Fedez”

LEGGI ANCHE: Morgan si sfoga sui social: “Smettetela di raccontare c****te, dite la verità su di me”

L’ODIO NON È COSA DA ARTISTI

Poi spiega: “Direi che è incommentabile. Si può solo fare ironia, più in basso di così non ha senso andare. Le divergenze tra gli esseri umani non sono una cosa bella, non sono uno spettacolo d’arte, non si impara niente. Io ho pensieri diversi nella mia testa, idee, visioni di musica e storie da raccontare, e penso anche che se c’è una cosa che ogni artista ha il dovere morale di promuovere è la bellezza, e la bellezza non è semplicemente una forma esteticamente sublime, ma è espressione e compimento dell’anima umana in stato di grazia. I valori che un artista non dimentica mai sono l’armonia, il dialogo, la comunicazione, l’espressione, la comprensione. Il perdono. L’odio non è cosa da artisti”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


FacebookLinkedIn