NEWS:

Tg Cultura, edizione dell’1 dicembre 2022

Si parla di Rocca Subiaco, Dalì a Sarzana, museo bodoni e mostra su sclerosi multipla

Pubblicato:01-12-2022 15:38
Ultimo aggiornamento:01-12-2022 15:38

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

LA ROCCA ABBAZIALE DI SUBIACO È DIVENTATA PUBBLICA

La Rocca abbaziale di Subiaco è diventata pubblica. I monaci benedettini hanno donato il bene monumentale ecclesiastico al Comune laziale con una cerimonia a cui hanno preso parte la ministra del Turismo, Daniela Santanchè, il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, e il ministro dell’Agricoltura, Francesco Lollobrigida. La Rocca era stata chiusa nel febbraio scorso per motivi di sicurezza. “Abbiamo il dovere di tutelare questi luoghi e di renderli fruibili: Subiaco e la Rocca Abbaziale devono diventare un polo culturale oltre che spirituale”, ha detto il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano.

A MILANO LA SCLEROSI MULTIPLA NELLE FOTO DI GALIMBERTI

Si chiama ‘Nuova luce sulla Sm. Riflettiamoci’ la mostra fotografica dedicata ai malati di sclerosi multipla e firmata dall’artista Maurizio Galimberti, che ha catturato nelle sue polaroid i volti e le storie di chi convive tutti i giorni con questa patologia. Allestita a Palazzo delle Stelline, a Milano, l’esposizione sarà aperta al pubblico fino all’11 dicembre in galleria Mac-Miradoli Arte Contemporanea. I dieci ritratti costruiti con la tecnica del mosaico fotografico, cifra stilistica di Maurizio Galimberti, sono nati da un laboratorio di ascolto tra le persone che vivono con la sclerosi multipla e alcuni dei loro specialisti.

A SARZANA 100 XILOGRAFIE DI DALÍ RACCONTANO LA DIVINA COMMEDIA

La Fortezza Firmafede di Sarzana ospita l’esposizione ‘Salvador Dalí. Dante e il viaggio del Genio’. Fino al 5 febbraio cento xilografie a colori di Salvador Dalí racconteranno e reinterpreteranno in modo originale e rivoluzionario il viaggio di Dante nella Divina Commedia, il capolavoro trecentesco le cui prime traduzioni in lingua straniera furono proprio in castigliano e catalano. Il legame di Dalí con l’Italia è stato forte e intenso, così come il rapporto di Dante con la città di Sarzana, dove il sommo poeta soggiornò agli inizi di ottobre del 1306 nel ruolo di ‘ambasciatore’ di pace per dirimere, con successo, la lunga trattativa fra i Malaspina dello Spino Fiorito e il Vescovo Conte di Luni.


LA PILOTTA DI PARMA INAUGURA IL NUOVO MUSEO BODONI

Il Complesso Monumentale della Pilotta di Parma inaugura il nuovo Museo Bodoni, il più antico museo della stampa in Italia, da oggi ospitato al piano terra della Biblioteca Palatina. Nato nel 1963 in occasione del 150esimo anniversario della morte di Giambattista Bodoni, il tipografo piemontese che rese Parma capitale mondiale della stampa a partire dalla seconda metà del Settecento, il Museo Bodoni si trovava al terzo piano della Biblioteca Palatina in una posizione di difficile accesso e scarsa visibilità. L’intero percorso espositivo è stato ripensato grazie a uno stanziamento di 760mila euro da parte del ministero della Cultura.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy