Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Covid, von der Leyen: “È tempo di discutere di obbligo vaccinale”

ursula von der leyen_imagoeconomica
La presidente della Commissione europea: "Contro la variante Omicron è una corsa contro il tempo. Prepariamoci al peggio"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Fino a due o tre anni fa non lo avrei mai pensato ma è tempo di discutere sull’obbligo vaccinale“. Lo ha dichiarato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nel corso dei lavori della conferenza stampa sull’emergenza da Covid-19. Von der Leyen ha poi voluto ringraziare il Sudafrica “per la velocità con cui ci hanno avvertiti sulla variante Omicron del coronavirus Sars-CoV-2. Ci hanno dato l’opportunità di agire velocemente. In questa situazione ogni giorno conta”.

LEGGI ANCHE: Pregliasco: “Contro variante Omicron possibile riduzione efficacia vaccino, tra 100 giorni ne arriverà uno aggiornato”


La presidente della Commissione Ue ha tenuto a precisare che “l’Oms considera Omicron ad alto rischio, non conosciamo tutto di questa variante ma sappiamo abbastanza da essere preoccupati. È una corsa contro il tempo”. Von der Leyen ha inoltre spiegato: “Gli scienziati dicono di non saperne abbastanza. Sono necessarie due o tre settimane, che in pandemia sono un’eternità. Per questo la raccomandazione è ‘vaccinatevi’. Speriamo per il meglio, ma prepariamoci al peggio“. Von der Leyen ha infine reso noto che “le dosi del vaccino Pfizer per i bambini saranno pronte dal prossimo 13 dicembre”, ha concluso.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»