Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Aids, un quiz per capire quanto ne sanno i giovani

liceo rossi roma giornata aids
Al liceo Enzo Rossi di Roma l'iniziativa di Network italiano Salute Globale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Hiv e Aids sono la stessa cosa? C’è una correlazione tra la causa della malattia e le persone omosessuali? È vero che si trasmette più in Africa che in Europa? A rispondere al quiz realizzato dal Network italiano Salute Globale sono stati oggi i ragazzi del liceo artistico ‘Enzo Rossi’ di Roma, che in occasione della Giornata Internazionale di Lotta all’Aids, hanno dedicato una mattinata alla corretta informazione. Un quiz online facile e veloce: pochi minuti per fare chiarezza e sostenere il diritto alla salute.

“L’unico contagio che ci piace è quello della corretta informazione- ha spiegato ai giovani Barbara Romagnoli, media officer dal Network italiano Salute Globale- internet è un grande strumento che avete a vostra disposizione, ma dovete stare attenti a consultarlo perché spesso si possono trovare informazioni false. Sull’Aids, ad esempio, c’è ancora molta discriminazione sociale e culturale, e in molti Paesi le persone malate vengono emarginate. Quando ero adolescente come voi, si sapeva molto di questa malattia. Ma ora, a quarant’anni dalla scoperta dei primi casi, la scienza ha fatto grandi passi avanti. Ci sono cure che permettono di vivere a lungo e bene. Ora sappiamo come poterla curare ma anche come evitare che si diffonda”.

Silvia, 17 anni, ha sbagliato una domanda sull’analisi delle urine: non sapeva che anche così si può riscontrare la presenza di eventuali anticorpi anti-Hiv. Leonardo, invece, pensava che l’Hiv si trasmettesse attraverso la saliva. E in molti hanno risposto che esiste un “paziente zero”. “Da quando c’è il Covid-19 si parla meno delle altre malattie, e i giovani tendono a pensare che l’Hiv si trasmetta in modo simile- spiega alla Dire Marina Gargiulo, docente referente del progetto, che rientra nell’insegnamento dell’educazione civica- se ne dovrebbe parlare di più, perché i giovani sono fortemente a rischio”.

Al liceo ‘Rossi’ le attività continueranno anche con incontri con ginecologi e psicologi, mentre il test di questa mattina continuerà a viaggiare nelle scuole e tra i giovani, con il passaparola. Il quiz è disponibile online sul sito del Network italiano Salute Globale, ed è rivolto a tutti coloro che vogliono mettersi alla prova per capire se ne sanno abbastanza sull’Aids.

I ragazzi del liceo artistico ‘Rossi’, per l’occasione, hanno realizzato anche delle locandine per diffondere l’iniziativa. “È un argomento di cui non si parla abbastanza. Se ne dovrebbe sapere di più”, aggiunge Leonardo, che ispirandosi ai disegni di Keith Haring ha rappresentato il virus dell’Hiv “intrappolato” in un preservativo. “Bisogna rivitalizzare le iniziative di educazione alla salute nelle scuole- ha commentato all’agenzia Dire il dirigente scolastico Danilo Vicca- Negli ultimi due anni l’informazione è stata monopolizzato dalla pandemia. Adesso la scuola deve riprendere in carico il compito educativo e informativo degli studenti, parlando dei rischi anche di altre malattie come l’Aids. Con il questionario di oggi i ragazzi e le ragazze avranno modo di sfatare falsi miti e abbattere la disinformazione”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»