VIDEO | Uganda, l’oppositore Bobi Wine: “La polizia spara sul mio comizio”

Il candidato presidente: tra i feriti anche una guardia del corpo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un comizio del candidato d’opposizione Bobi Wine si e’ concluso con colpi d’arma da fuoco sparati presumibilmente dalle forze di polizia, col risultato che diversi membri del seguito del politico, insieme con altri sostenitori, sono rimasti feriti. Lo riportano giornalisti e attivisti sui social network, dove sta circolando un video nel quale si vede il momento di tensione tra Wine e le forze di sicurezza e si odono poi spari. L’incidente e’ avvenuto a Kayunga, nel centro del Paese. Wine, principale sfidante del presidente Yoweri Museveni alle elezioni di gennaio, sulle sue pagine social ha denunciato: “La polizia e l’esercito ci hanno attaccato ancora una volta, hanno sparato e ferito molti esponenti della mia squadra e altri ugandesi che si erano riuniti per salutarmi a Kayunga. Il mio amico Dan Magic e’ stato colpito in volto. Anche Afande Kato, una guardia del corpo che mi e’ stata assegnata, e’ stato gravemente ferito. Pregate per l’Uganda. Ce la faremo”.

La Piattaforma di unita’ nazionale, alleanza di forze di opposizione lanciata da Wine per assicurarsi la vittoria contro Museveni, riferisce che i feriti sono stati trasportati in ospedale e che le forze di sicurezza hanno impiegato gas lacrimogeni. Al momento non risultano smentite o conferme da parte della polizia locale. Wine era stato di recente arrestato, un fatto che aveva innescato proteste con scontri nel Paese. La polizia ha confermato decine di vittime tra i dimostranti. Ieri, Museveni ha accusato i partiti che “infiammano la popolazione” e “istigano alla violenza” e attribuito la responsabilita’ anche a Wine, arrestato con l’accusa di aver violato le norme anti-Covid-19 durante un comizio. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»