VIDEO | Le donne della fotografa Raffaela Scaglietta, ‘viaggiatrici’ che resistono

L'intervista sul progetto creativo 'il viaggio': cancro e resilienza
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Ci sono gli occhi grandi di Adina, la sua pelle solcata dal bisturi che parla ancora di ferita e rinascita. C’e’ Flaminia, ricci ramati e un volto intenso. Fianchi, schiena, gambe. Davanti alla macchina fotografica, protagonista velato o anche esplicito, e’ anche il seno, ricostruito dopo una mastectomia, colpito da un cancro. Sono donne “in viaggio” che hanno attraversato la malattia oncologica e che la fotografa e giornalista Raffaela Scaglietta ha immortalato in scatti “non sensazionalistici”, non estremi ma “femminili” per un progetto creativo, ancora aperto alle candidature, dal titolo ‘Il viaggio’. Intervistata dalla Dire la fotografa ha parlato di queste donne proprio come di viaggiatrici che “hanno attraversato una fase della loro vita speciale, difficile”.

CHI È RAFFAELLA SCAGLIETTA

Raffaela Scaglietta ha iniziato “in uno studio fotografico della Capitale, con tre donne che si sono riscattate dalla malattia”, incontri che sono stati “molto forti” in un’atmosfera di condivisione “potente”. Dietro e davanti l’obiettivo senza filtri, visto che la stessa fotografa, ideatrice del progetto, ha vissuto l’esperienza del tumore al seno. “Poi c’e’ stato il Covid- ha spiegato alla Dire- e ho riflettuto sul progetto, sulla forza e il desiderio della donna. Ho preso le stesse protagoniste della prima fase del progetto e abbiamo iniziato a fare fotografie nuove, a Villa Ada (a Roma). All’inizio indugiavo io, avevo pudore a far vedere le cicatrici di queste donne. Poi proprio loro nel mostrarle hanno tirato fuori tutta la loro forza, come e’ stato nel caso di Adina – che si e’ sottoposta a una mastectomia profilattica da sana come portatrice di mutazione genetica Brca – ed e’ stata come una liberazione”. Il progetto e’ stato condiviso con altre fotografe internazionali e “‘Il viaggio’ e’ diventata anche una narrazione personale” per la stessa fotografa che l’ha ideato. Le candidature sono ancora aperte e si spera “nella primavera 2021 per una mostra”. Per chi volesse partecipare basta contattare l’ideatrice sul suo sito web di riferimento: raffaela-scaglietta.squarespace.com. “E’ un progetto intimista, legato alla forza generatrice delle donne. Nessun sensazionalismo e il termine guerriera- ha concluso Scaglietta- non mi piace. ‘Il viaggio’ e’ una trasformazione fisica e interiore”.

Adina
Chiara
Monica
Albero con il cuore
Flaminia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»