VIDEO | “31SalviTutti”, il grido di vittoria della cantautrice napoletana Flo

"È il disco che da tanto tempo volevo fare - confessa alla Dire - perché è registrato in diretta, è tutto live"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Una donna, le sue idee, la sua musica. È tutto questo “31SalviTutti” il nuovo disco, il quarto da solista, della cantautrice napoletana Flo. “È il disco che da tanto tempo volevo fare – confessa alla Dire – perché è registrato in diretta, è tutto live. Nella carriera di un’artista arrivare al punto di entrare in sala di incisione e suonare come se si fosse sul palcoscenico è una cosa che sognavo e, finalmente, ci sono riuscita”. Undici brani per raccontare la propria visione delle cose, del mondo, senza condizionamenti e senza preoccuparsi del giudizio degli altri, se non di quello del pubblico. “Credo che arrivi un punto in cui ci si sente fortunati o comunque si sente di essere stati bravi. Quel punto dove ti rendi conto che puoi fare quello che tu desideri e non devi badare a quello che penseranno gli altri o avere paura dei concetti che esprimi. Mi rendo conto – ammette Flo – che nei miei primi due dischi, e anche un po’ nel terzo, avevo ancora l’ansia di dover un pochino compiacere il pubblico, di dover dire quello che pensavo ma non tutto, non troppo. Stare al mio posto. Per noi donne è più complicato esprimersi in certi termini, politici e sociali. C’é sempre un po’ quel dire: “vabbé dai la ragazza ha una bella voce e mo’ vuole anche dire la sua”. C’è sempre questo atteggiamento di sufficienza. Finché stai al tuo posto, sei carina e sei brava e canti una canzone va bene. Poi, appena incominci a vincere premi, a fare le cose, soprattutto nella mia città, c’é un atteggiamento di ridimensionamento. Quindi sono contenta di essere arrivata a questo album dove ho scritto e detto quello che volevo e non me ne frega niente se qualcuno penserà “è troppo o è troppo poco”. Qualcuno mi ha anche detto: “guarda è un album bellissimo ma il pubblico non è pronto per un disco tuo così scarno, così scuro”. E invece, dal giorno dopo l’uscita è stato un tam tam incredibile sui social, recensioni che non ho mai avuto. Insomma sono contenta perchè, quando arrivi ad essere proprio tu e a dire tutto quello che vuoi in libertà, hai vinto. Questo per me è una vittoria”.

“31SalviTutti” è un album dove trovano spazio l’amore, la libertà, il diritto ad essere sé stessi, il “no” ai pregiudizi e al razzismo in tutte le sue forme. Il disco è uscito a due anni dall’ultima pubblicazione ufficiale nonostante la pandemia e le restrizioni che ha imposto. I primi due video, quelli che accompagnano i brani “L’uomo normale” e “Oui oui sauvage”, sono nati durante il primo lockdown. “Il lavoro dei video – ricorda Flo – è stato fatto con Fabiana Fazio, un’artista incredibile. È attrice, regista ed è bravissima con le immagini. Quando eravamo in quarantena e ci siamo posti la domanda “ci fermiamo e rimandiamo tutto all’anno prossimo oppure andiamo avanti?” ho detto “andiamo avanti perché questo è il nostro lavoro”. Non possiamo morire aspettando che cambi qualcosa e la mia vita è fare musica. Ho pensato a Fabiana perché era l’unica che, nelle condizioni di limitazioni in cui ci trovavamo, senza una troupe, senza attori e comparse e senza neanche un parrucchiere, era l’unica che poteva realizzare un così bel lavoro di animazione ascoltando tutti i miei desideri per poi realizzarli”.

A Flo come a tutti gli artisti, in questo periodo caratterizzato dal covid, manca il palcoscenico ma, sottolinea, “se è necessario per la salute pubblica aspetteremo” perché presto “torneremo sui palchi più felici di prima“. Flo è però cosciente che per “artisti di trincea” come lei “il disco deve essere suonato per far sì che esista” perché “non abbiamo una potenza mainstream per cui accendi tutte le radio italiane e ascolti 31SalviTutti. Questo non accade”.

L’orizzonte, quello della possibile ripresa, è nella prossima estate quando, si spera, si potrà tornare a fare una vita di incontri e relazioni. Non tutto però, di questo periodo, eèda buttare via per Flo. “I sogni da realizzare sono ancora tanti oltre a quello di portare per mano questo disco, insieme ai miei musicisti, Davide Costagliola, Marcello Giannini e Miche Maione, nella maniera che potrò. Ma il desiderio più prossimo è quello di andare a vivere in campagna. Sono stata tutto il tempo della quarantena via e sono ancora via da Napoli e credo ci rimarrò ancora per tanto tempo perché – conclude – ho capito che tante cose non mi servono. Mi basta la musica e, se torno a fare concerti, ho tutto quello che mi serve”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»