Tg Politico Parlamentare, edizione dell’1 dicembre 2020

In questa edizione: il governo conferma la linea del rigore per il periodo natalizio, parte la lotteria degli scontrini per limitare l'evasione fiscale, il muro contro muro tra maggioranza e opposizione sul decreto sicurezza e migranti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

C’È IL COVID, A NATALE NON PUOI

“A Natale puoi”, recita un fortunato jingle televisivo. Ma quest’anno, causa Covid, sarebbe meglio dire “A Natale no. Non puoi”. Nel vertice con le regioni il governo conferma la linea del rigore. Per il periodo natalizio l’esecutivo si va verso la conferma del coprifuoco alle 22, dello stop agli spostamenti tra le regioni, che a breve potrebbero diventare tutte gialle, e verso la chiusura degli impianti sciistici. Secondo il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia è necessario “non concedere deroghe o eccezioni” a queste misure, che dovrebbero durare fino a metà gennaio. Pochi i margini anche per la stagione invernale sugli sci, su cui continua il confronto a livello europeo, ma l’esecutivo vuole evitare tutte le situazioni di socialità che inevitabilmente verrebbero a crearsi. Contrario all’impostazione del governo il leader della Lega Matteo Salvini contrario a quello che ha chiamato ‘il Natale su Zoom’.

CONSUMI, GOVERNO VARA CASHBACK E LOTTERIA SCONTRINI

Guadagnare spendendo. E rilanciare i consumi per Natale. Da oggi è possibile registrarsi sul sito della lotteria degli scontrini per ottenere il proprio codice da esibire al momento degli acquisti. Tra un mese partirà il concorso con estrazioni settimanali, mensili e annuali. Per ogni euro speso si avrà diritto a un biglietto virtuale, fino a un massimo di mille per ogni scontrino. Ci saranno premi più ricchi – da 25 mila a 5 milioni di euro – riservati a chi paga con carta e bancomat. Il governo punta così a sconfiggere la naturale ritrosia degli italiani ad abbandonare il denaro di carta. In questo modo si limita l’evasione fiscale. Va nella stessa direzione anche il piano Cashback di Natale che parte l’8 dicembre. Garantirà un rimborso del 10% delle spese effettuate con pagamenti digitali, fino a un limite massimo di 150 euro in un mese.

MIGRANTI, MURO CONTRO MURO ALLA CAMERA

È muro contro muro tra maggioranza e opposizione sul decreto sicurezza e migranti, la norma che abroga le misure più controverse dei decreti Salvini. Il leader della Lega minaccia un duro ostruzionismo in Parlamento. “Interverremo giorno e notte in aula”, annuncia l’ex ministro dell’Interno. Ieri la maggioranza ha incassato la fiducia alla Camera e oggi è iniziato l’esame degli ordini del giorno. Il centrodestra ha presentato 240 documenti e ogni deputato di opposizione interviene per rallentare l’iter del decreto che attende il sì definitivo per il passaggio al Senato. Il rischio sono sedute fiume e convocazioni notturne dell’Assemblea. Anche sul fronte del Recovery Fund Salvini avverte il Governo, chiedendo di non nominare più super esperti e task force” ma di ascoltare l’Italia. Un appello rivolto anche al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

M5S SI SPACCA SULLA SPERIMENTAZIONE ANIMALE

L’opposizione alla sperimentazione animale era un tema forte del Movimento Cinque Stelle degli inizi. Al punto da aver fatto inserire il divieto nella norma che disciplina l’uso degli animali a fini scientifici. Ma ora quel principio fondativo rischia di cadere, visto che i parlamentari M5s hanno firmato un emendamento alla legge europea che di fatto lo cancella. La denuncia arriva dal gruppo pentastellato per la tutela degli animali e della biodiversità. I Parlamentari animalisti ricordano l’impegno di Beppe Grillo e Casaleggio e tuonano contro i colleghi di movimento. “È una vergogna, tornate indietro”, il messaggio recapitato a chiare lettere.

:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»