Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Inaugurato il nuovo Pronto Soccorso dell’ospedale Grassi

ROMA - Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, hanno inaugurato
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, hanno inaugurato stamani il nuovo Pronto soccorso dell’ospedale Grassi di Ostia, ristrutturato in occasione del Giubileo. I lavori, finanziati dalla Regione con 2,1 milioni di euro, hanno consentito l’ampliamento dell’area del Pronto soccorso di circa 250 metri quadrati, la separazione dei percorsi dei pazienti, lo spostamento della camera calda, l’istituzione di una Holding area e l’ampliamento dell’area Isolamento. Il direttore generale dell’Asl RmD, Vincenzo Panella, ha sottolineato che “abbiamo anche fatto convergere fondi degli anni precedenti per il potenziamento simultneo della tac e della risonanza di ultima generazione e c’e’ una completa digitalizzazione dei referti. Ora inizieranno le assunzioni di personale”.

Zingaretti ha ribadito che “a Roma in pochi mesi abbiamo dodici nuovi Pronto soccorso, un forte investimento che ci fa vincere la sfida sulle reti dell’emergenza. Ora vinceremo quella sul personale e dieci giorni fa ho firmato il primo decreto per l’avvio della stabilizzazione dei precari. Il Giubileo e’ stato importante perche’ ci ha permesso di accelerare i processi, ma non ci feremo più’, statene certi”. Soddisfatto il ministro Lorenzin: “Sono contenta perche’ abbiamo vinto, con Zingaretti, la scommessa del potenziamento dei Pronto soccorso. Tutti ci avevano criticato dicendo non ce l’avremmo fatta in tempo per il Giubileo e invece eccoci qui, in un ospedale importante, che serve gran parte del litorale laziale”. Lorenzin ha poi rivelato che ieri al Grassi “c’e’ stato uno stress test per essere pronti in caso di eventi avversi, ma vogliamo rassicurare che gli operatori sono pronti“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»