Comunali Reggio Calabria, confronto Falcomatà-Minicuci

Giuseppe Falcomatà per il centrosinistra e Antonio Minicuci per il centrodestra sono i protagonisti del ballottaggio che si terrà domenica 4 e lunedì 5 ottobre
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

REGGIO CALABRIA – “In questi anni abbiamo attraversato l’inferno a piedi scalzi, trovando un Comune sciolto per mafia, l’abbiamo rimesso in carreggiata, riappianando i debiti: tocca proseguire in questo percorso”. Cosi’ il candidato sindaco del centrosinistra a Reggio Calabria Giuseppe Falcomata’ intervenuto in un confronto con il candidato sostenuto dal centrodestra Antonino Minicuci, organizzato da La Gazzetta del Sud e coordinato dai giornalisti Piero Gaeta e Giuseppe Lo Re. Falcomata’ e Minicuci sono protagonisti del ballottaggio che si terra’ domenica 4 e lunedi’ 5 ottobre.

MINICUCI: “SITUAZIONI DRAMMATICHE OVUNQUE”

“Ho girato ovunque in questi giorni di campagna elettorale, trovando situazioni drammatiche.
Sono una persona che lavora e porta risultati concreti. Dobbiamo cercare di fare e non fermarsi ai proclami e chiacchiere. Il mio programma e’ stato costruito anche in base ai numerosi incontri e finalizzato, nell’immediato, ad un Patto per i primi 180 giorni di governo”.Lo ha dichiarato il candidato sindaco del centrodestra a Reggio Calabria Antonino Minicuci. 

 “AVREMO DELEGHE METROPOLITANE”

“In merito alla mancata attribuzione delle deleghe alla Citta’ metropolitana di Reggio Calabria, – prosegue Minicuci – l’Ente avrebbe potuto fare una vertenza nei confronti della Regione. Jole Santelli ha detto in tutti gli incontri che manterra’ questo impegno, preso anche prima della campagna elettorale comunale. Anche Oliverio l’aveva detto, solo che non l’ha fatto perche’ Catanzaro e Cosenza non hanno voluto”. Cosi’ il candidato sindaco di Reggio Calabria Antonino Minicuci sostenuto dal centrodestra, intervenuto oggi in un confronto con il candidato del centrosinistra Giuseppe Falcomata’, organizzato dal quotidiano Gazzetta del Sud

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

1 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»