fbpx

Tg Cultura, edizione del 1 ottobre 2020

IL MONDO DEI FUMETTI PIANGE QUINO, IL PAPÀ DI MAFALDA

Addio a Quino, il fumettista argentino famoso in tutto il mondo per avere creato Mafalda, la ragazzina dolce e pungente nata dalla penna dell’artista. Joaquin Salvador Lavado Tejon, così si chiamava il disegnatore, aveva 88 anni e viveva a Mendoza. Pubblicò le sue prime vignette negli anni Cinquanta con la raccolta Mundo Quino, mentre Mafalda, dapprima scartata per una pubblicità di lavatrici, ‘debuttò’ per la prima volta nel 1964. Tradotta in più di trenta lingue, la bambina dal forte spirito critico arrivò in Italia nel 1968 e successivamente Bombiani fece uscire il primo albo con la prefazione di Umberto Eco.

L’ANNUNCIO DI CONTE: A FIRENZE IL MANIFESTO DEL NUOVO UMANESIMO

Sarà Firenze a ospitare il manifesto del Nuovo Umanesimo. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, spiegando che la città “per la sua vocazione storico-culturale, sarà la sede più idonea per ospitare, all’inizio del prossimo anno un grande confronto internazionale per discutere di un nuovo umanesimo. Non si tratta di uno slogan- ha detto il presidente Conte- ma sarà un manifesto e un contenitore di idee che contaminerà il mondo intero, proprio come accadeva in passato”. Intervenuto al Festival dell’Economia nel capoluogo toscano, il premier ha ricordato anche le parole di Papa Francesco circa la necessità di “tornare a una dimensione che metta l’uomo al centro” delle scelte politiche ed economiche.

NASCE IL FONDO NAZIONALE DEL TURISMO, INVESTIMENTI FINO A 2 MLD

Nasce il Fondo nazionale del Turismo che mobiliterà investimenti fino a 2 miliardi di euro negli alberghi storici italiani. Il Fondo si avvarrà di 750 milioni di euro provenienti da Cassa depositi e prestiti e di ulteriori fondi di investitori terzi. Il ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo contribuirà con risorse fino a 150 milioni di euro attraverso il fondo istituito con il decreto Rilancio. L’obiettivo del Fondo è la valorizzazione degli asset immobiliari del settore, fortemente colpito dalla crisi dovuta al Covid, a partire dagli alberghi più ‘iconici’ di tutto il territorio nazionale.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

1 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»