Tortellino gate, Chef Rubio a Salvini: “Cucciolo, torna a baciare il crocifisso”

Lo chef Rubio attacca Salvini per le critiche al tortellino 'accogliente' preparato con il pollo al posto del maiale, a Bologna, con un occhio di riguardo per i musulmani
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Allora cucciolo, ti spiego: è stato proposto e nessuno ha imposto, tu di cucina ne capisci poco così come di politica e cultura quindi calmino. Ora che hai fatto l’ennesima figura del ‘patriota’, magnate i tortellini in scatola e torna a bacià il crocifisso che solo quello sai fa”. Così su Twitter Chef Rubio in risposta al ‘cinguettio’ nel quale il leader della Lega, Matteo Salvini ha criticato con asprezza il “tortellino di pollo” proposto a Bologna nell’ambito delle manifestazioni di San Petronio. Un abbinamento non consueto, ma pensato come un atto di sensibilità verso chi, per motivi religiosi (ma anche solo di gusto o voglia di sperimentare), non vuole o non può mangiare il tipico ripieno all’interno del quale c’è della carne di maiale.

LEGGI ANCHE Tortellini gate, Prodi a Salvini: “La nostra tradizione è libertà”. La destra si barrica: “Non si toccano”

“A Bologna il vescovo lancia il tortellino ‘accogliente’- scrive l’ex ministro dell’Interno-… Ma secondo voi se un italiano andasse in un Paese arabo a insegnare come mangiare, bere e pregare, come reagirebbero?”.

Chef Rubio: “Salvini? Il problema è chi lo vota”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

1 Ottobre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»