fbpx

Tg Ambiente, edizione del 1 ottobre 2019

FRIDAYS FOR FUTURE, ONDA VERDE GIOVANI SU ITALIA

L’onda verde dei giovani per il clima ha invaso le strade del mondo per il terzo sciopero globale di Fridays for future. In Italia gli organizzatori segnalano cortei in più di 180 città. “Siamo più di un milione” esultano. A certificare il successo delle manifestazioni la stessa Greta Thunberg, che su Twitter ha postato le foto delle manifestazioni per il clima da Reggio Calabria, Torino, Milano, Roma e Palermo, parlando di “incredibili immagini da tutta Italia” con addirittura “200mila a Roma” per il Climate Strike. “Sono straordinarie le immagini delle piazze di Fridays for future” commenta il presidente del Consiglio Giuseppe Conte promettendo “soluzioni concrete”. “Dobbiamo ascoltarli e agire subito” aggiunge il ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

INVASIONE ‘ALIENI’ OLTRE MEZZO MLD DANNI NEI CAMPI

L’emergenza climatica porta con sé ospiti indesiderati. L’invasione di insetti e organismi alieni nelle campagne italiani ha infatti causato danni per oltre mezzo miliardo nell’ultimo anno, con gravissimi effetti sul piano ambientale, paesaggistico ed economico. Lancia l’allarme Coldiretti. Dalla cimice asiatica al batterio della Xylella, dalla Popillia japonica alla Drosophila suzukii, dal cinipide galligeno che ha fatto strage di castagni al punteruolo rosso che ha decimato le palme e al coleottero Aethina tumida a distruggere i raccolti. Ultima arrivata la ‘cimice marmorata asiatica’ particolarmente pericolosa per l’agricoltura. A favorirne la diffusione un anno particolarmente caldo. Decimati i raccolti, distrutti meli, peri, kiwi, ma anche peschi, ciliegi, albicocchi e piante da vivai.

COSTA: ‘SALVA MARE’ INCARDINATA IN AULA 14 OTTOBRE

“Vi ricordate la legge SalvaMare? È un altro tassello che si è fermato a causa della crisi di governo. Bene, la macchina è ripartita alla grande, e posso finalmente annunciare che il 14 ottobre sarà incardinata in Aula per la discussione parlamentare”. Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa annuncia la ripresa del cammino di un suo provvedimento-simbolo. Si tratta della norma grazie alla quale i pescatori potranno finalmente portare a terra la plastica finita nelle reti anziché essere costretti a ributtarla in mare per non commettere il reato di trasporto illecito di rifiuti, o a dover pagare per lo smaltimento. Il disegno di legge è stato approvato dal Consiglio dei ministri lo scorso 4 aprile. Costa si dice convinto che la legge “sarà accolta e resa ancora più completa grazie al lavoro dei parlamentari”, perché “il Paese ha bisogno della legge migliore che si possa avere. È il momento di osare: osate”.

A VENTOTENE 1MO HACKATHON RAGAZZI SU BLUE ECONOMY

Una sfida a gruppi, fra studenti provenienti da tutta Italia, per elaborare idee innovative su una delle risorse fondamentali del nostro Paese: il mare. Dal 3 al 6 ottobre, sull’isola di Ventotene sbarcheranno ragazzi e ragazze pronti a sfidarsi nell”Hacking for Blue Economy’, il primo hackathon internazionale, tutto in lingua inglese, nato con l’obiettivo di valorizzare le potenzialita’ nascoste del mar Mediterraneo e delle coste europee. Promosso dall’istituto ‘Luigi Einaudi’ di Roma, l’hackathon coinvolgera’ 60 studenti provenienti da dieci scuole secondarie di secondo grado di tutto il territorio nazionale.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

1 Ottobre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»