Roma, domani musei civici gratuiti per i residenti

Domenica ingresso gratuito nei Musei civici della città per tutti i residenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

musei capitoliniROMA – Anche domenica 2 ottobre, come tutte le prime domeniche del mese, torna l’ingresso gratuito nei Musei civici della città per tutti i residenti a Roma e nell’area della Città metropolitana, iniziativa ideata e promossa da Roma Capitale, assessorato alla Crescita culturale-Sovrintendenza capitolina ai Beni culturali e Zetema Progetto Cultura. Come sempre, arricchiscono l’offerta di questa domenica attività gratus e a pagamento, e molte mostre.

LE ATTIVITÀ ‘Arte&Scienza – Marmi antichi e pietre da costruzione’, Musei Capitolini ore 17 (durata 1 ora e mezza) – Visita tematica adatta ad adulti e bambini; ‘Ci vediamo’ alle 11 – Visita guidata al museo con uno storico dell’arte, Galleria d’Arte Moderna; ‘Guidati da Traiano’, Mercati di Traiano ore 11 (durata 1 ora e mezza) – Visita didattica per famiglie, disponibile anche in lingua inglese e/o francese; ‘I ritratti: storie d’amore e di amicizia’, Musei di Villa Torlonia – Casino Nobile ore 11. Durata: 90’ – La visita guidata prevede un’introduzione iniziale al Museo della Scuola Romana ed una presentazione delle varie correnti artistiche presenti nella collezione. In particolare il percorso verterà sull’analisi dei ritratti, attraverso i quali è possibile delineare i rapporti di amore, amicizia, stima e comunione d’intenti nella ricerca artistica degli artisti presenti; ‘Il medagliere capitolino’, Musei Capitolini ore 11 (durata 90′) – Visita didattica adatta ad adulti e bambini; ‘Tra suoni e rumori’, Galleria d’Arte Moderna alle ore 11. Durata: 90′ – Visita per un pubblico adulto che si propone di accostare musiche inerenti – per titolo o soggetto rappresentato – ad una selezione di opere presenti in mostra. Attraverso l’utilizzo del supporto tecnologico di un Ipad, i partecipanti potranno ascoltare alcuni celebri brani musicali venendo guidati al confronto con le opere d’arte visiva a cui possono essere riferiti, unendo suggestioni cromatiche e sonore.

LE MOSTRE Ai Musei Capitolini ‘La Spina. Dall’Agro vaticano a via della Conciliazione’. Materiali, ricordi progetti: un viaggio a ritroso nel tempo nei luoghi che conducono alla Basilica di San Pietro, raccontandone le profonde trasformazioni dall’antichità fino al Giubileo del 1950. In corso ‘La misericordia nell’arte’, itinerario giubilare tra i capolavori dei grandi artisti italiani; Ai Mercati di Traiano, monumento simbolo dell’antichità imperiale, da non perdere ‘Made in Roma. Marchi di produzione e di possesso nella società antica’. In contemporanea Lapidarium, un intervento monumentale di scultura contemporanea, ideato dall’artista messicano Gustavo Aceves, che trova spazio nella suggestiva area archeologica di Roma, in un percorso che si snoda dall’Arco di Costantino alla piazza del Colosseo fino ai Mercati di Traiano; Al Museo di Roma in Palazzo Braschi ‘Antoine Jean-Baptiste Thomas e il popolo di Roma (1817-1818)’, raccolta di materiale grafico e fotografico che documenta la storia della città nel corso dei secoli e, per l’ultimo giorno, ‘L’arte del sorriso. La caricatura a Roma dal Seicento al 1849’; Alla Galleria d’Arte Moderna di via Francesco Crispi, continua la mostra ‘Roma Anni Trenta. La Galleria d’Arte Moderna e le Quadriennali d’Arte 1931-1935-1939’ con opere di eccezionale importanza, in parte mai esposte e sconosciute al pubblico, acquisite dal Governatorato negli anni delle prime Quadriennali. Tre sale della Galleria ospitano circa 50 opere tra dipinti, opere grafiche e documenti che illustrano la lunga attività dell’artista Mimì Quilici Buzzacchi, iniziata alla fine degli anni Venti a Ferrara e proseguita a Roma dagli anni Cinquanta fino alla morte nel 1990.

Nello spazio esterno del Museo Carlo Bilotti è visibile l’opera ‘Bizhan Bassiri – Specchio solare noor’ in cui elemento base è la luce. All’interno, ‘Piacere, Ettore Scola’ è la prima mostra monografica in onore del grande cineasta italiano, progettata e prodotta (2014) con l’avallo e il supporto di Ettore Scola e realizzata con la partecipazione della famiglia e dei suoi più stretti collaboratori; Alla Casina delle Civette di Villa Torlonia la ceramica è il filo conduttore di tutte le opere esposte di Andrea Viviani (Andrea Viviani. Ritmi instabili), che uniscono la sapienza della mano alla visionarietà artistica, dando luogo ad installazioni ambientali (la Camera dei Nodi, 2016) o sospese che fluttuano nello spazio (Meteore in fiore, 2016); Al Museo di Roma in Trastevere la mostra antologica del pittore romano Valeriano Ciai (1928-2013 e le immagini del fotografo Rodrigo Pais, di valore storico imprescindibile ma anche di grande valore artistico che restituiscono, con stile diretto e pragmatico, l’identità profonda della città e della sua periferia: ‘Abitare a Roma in periferia. Fotografie di Rodrigo Pais nella seconda metà del ‘900’; Al Museo Napoleonico ‘Minute visioni. Micromosaici romani del XVIII e del XIX secolo dalla collezione Ars Antiqua Savelli’, una delle più importanti in ambito internazionale dedicate a questo peculiare genere artistico, frutto di oltre quarant’anni di acquisizioni e ricerche; Alla Centrale Montemartini l’esposizione permanente si è arricchita di nuovi straordinari capolavori da tempo conservati nei depositi. Da ammirare anche il prezioso ritratto in basanite dell’imperatrice Agrippina Minore in prestito dalla Ny Carlsberg Glyptotek di Copenaghen.

Infine: Un progetto espositivo dell’artista Antonio Aportone, ‘Trasmutazioni & trasmigrazioni’ al Museo delle Mura; ‘Ciprian Muresan’ al Museo Pietro Canonica: la prima personale dell’artista presso un’istituzione a Roma che prosegue il ciclo espositivo Fortezzuola, a cura di Pier Paolo Pancotto; Molte possibilità, come sempre, al Macro di via Nizza con ‘Roma Pop City 60-67’; ‘Appunti di una generazione #3 Matteo Basilè-Gioacchino Pontrelli’ (ultimo giorno); ‘Segni, alfabeti, scritture. Percorsi nell’Arte contemporanea attraverso la Collezione Macro’ (ultimo giorno); ‘Dall’oggi al domani. 24 ore nell’arte contemporanea’ (ultimo giorno); ‘Videocracy: Bruce Nauman > Cheryl Donegan’ (ultimo giorno); ‘William Kentridge – Triumphs and Laments: a project for Rome’ (ultimo giorno); Al Macro Testaccio ‘Edgar Honetschlager – Los Feliz’; ‘Rachel Howard’. Non rientrano nelle gratuità la mostra a La Pelanda e le attività del Planetario Gonfiabile presso Technotown. Fanno parte dei Musei in Comune: Musei Capitolini; Centrale Montemartini; Mercati di Traiano; Museo dell’Ara Pacis; Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco; Museo delle Mura; Museo di Casal de’ Pazzi; Villa di Massenzio; Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina; Museo di Roma Palazzo Braschi; Museo Napoleonico; Casa Museo Alberto Moravia; Galleria d’Arte Moderna; Macro e Macro Testaccio; Museo Carlo Bilotti; Museo Pietro Canonica; Museo di Roma in Trastevere; Musei di Villa Torlonia; Museo Civico di Zoologia. Informazioni: ingresso gratuito previa esibizione di valido documento che attesti la residenza. Telefono 060608 (tutti i giorni ore 9-21), www.museiincomuneroma.it. Info visite didattiche 060608 (tutti i giorni ore 9-21) e www.sovraintendenzaroma.it www.museiincomuneroma.it; http://www.museiincomuneroma.it/didattica/didattica_per_tutti. Biglietti vari a seconda dell’appuntamento.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»