Ponte sullo Stretto, Armani (Anas): “Per Alfano si farà? Altre le nostre priorità”

"Siamo i proprietari della società che dietiene il progetto. E riteniamo che se una nuova valutazione dovrà arrivare sarà solo dopo un attento esame dei costi benefici"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Il ministro degli Interni Angelino Alfano a proposito del Ponte sullo Stretto “si dice sicuro che si farà? Avrà elementi che io non ho. Noi, come Anas, abbiamo altre priorità, ovvero sistemare la rete viaria per la quale c’è stata una carenza di investimenti e che ha condizioni di manutenzione migliorabili”. Lo dice il presidente dell’Anas, Gianni Armani, intervistato da Radio Capital.

Ma può il Ponte essere un’opera strategica, come ha detto recentemente sempre a Radio Capital il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti? “E’ normale che si parli del Ponte come conseguenza e continuazione dopo il completamento della Salerno Reggio Calabria a 4 corsie, risultato che contiamo di ottenere l’anno prossimo- dice Armani- ma ricordo anche che noi siamo i proprietari della società che dietiene il progetto. E riteniamo che se una nuova valutazione dovrà arrivare sarà solo dopo un attento esame dei costi benefici. Quello che non ci possiamo permettere è uno stop and go”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»