Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

In Aspromonte la quercia di 943 anni, è la più vecchia al mondo

faggeta aspromonte_demetra
É stata battezzata Demetra. Lo studio dell'Università della Tuscia ha rilevato la longevità delle querce che crescono sulle montagne mediterranee del Sud Italia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO CALABRIA – Si trova all’interno del Parco nazionale d’Aspromonte, in Calabria, la quercia piu’ vecchia del mondo, e‘ stata battezzata Demetra ed ha un’eta’ di 934 anni. La scoperta, frutto di un’accurata ricerca dell’Universita’ della Tuscia, e’ stata supportata dalle analisi al radiocarbonio su cinque grandi querce sessili presenti nell’area protetta dell’Aspromonte che hanno rivelato una datazione variabile tra i 934 e i 570 anni.

Lo studio sui grandi alberi presenti all’interno del Parco reggino, pubblicato sulla rivista Ecology nella sezione Scientific naturalist, e’ stato coordinato da Gianluca Piovesan insieme a Jordan Palli e Michele Baliva ed ha rilevato la longevita’ delle querce che crescono sulle montagne mediterranee del Sud Italia. Le querce prese in esame nel Parco d’Aspromonte si trovano su ripidi pendii rocciosi, spesso difficili da raggiungere. L’eta’ estrema di Demetra lo rende il piu’ antico albero di latifoglie temperate datato al mondo, espandendo la longevita’ massima conosciuta di oltre 300 anni per le latifoglie analizzate, sempre in Calabria, nel Parco Nazionale del Pollino, e relative a due faggi di 620 anni soprannominati Michele e Norman.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»