Lazio Nuoto: “Il Comune di Roma vuole le chiavi della psicina domani, saremo lì”

Caos sul futuro della pisicna di viale Giustiniano Imperatore, a Garbatella
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “E’ ormai da mesi che la Lazio cerca di combattere contro un’ingiustizia perpetrata da Roma Capitale, un accanimento inspiegabile contro il mondo Lazio”. Lo scrive la Lazio Nuoto in una nota.

“Domani l’amministrazione Raggi, alle 11, chiederà la riconsegna delle chiavi della piscina della Garbatella, al centro dell’ormai nota vicenda- si legge ancora- mentre la società biancoceleste proverà a far valere le proprie ragioni e la legalità, forte del ricorso al Tar che solo poche settimane fa ha dato ragione alla Lazio Nuoto. Senza attendere nemmeno le ulteriori precisazioni chieste dalla stessa Roma Capitale ai giudici amministrativi sulla sentenza e senza nemmeno rispettare il termine di 30 giorni per consentire di ricorrere nuovamente al Tar per chiedere ai giudici di far rispettare quanto già sentenziato, Roma Capitale in pieno agosto ha sfrattato la Lazio”.

“Saremo lì alle 11- si conclude la nota- fuori dalla piscina di viale Giustiniano Imperatore, per sostenere la legalità, lo sport, la comunità e la trasparenza“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»