hamburger menu

A Bologna arriva video app anti aggressioni sulle auto Cotabo”

A far sentire più sicuri i tassisti ci penserà una dash cam da installare sul cellulare: lo smartphone sistemato sul parabrezza ripnderà cosa succede dentro l'auto

01-08-2022 17:06
bologna taxi
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

BOLOGNA – Sui taxi di Bologna arriva un’app video anti-aggressioni. Cotabo, infatti, ha stretto un patto di collaborazione con TrueScreen per l’utilizzo di una dash cam app da installare sul cellulare, che consente di validare e certificare in pochi secondi le registrazioni di quanto avviene a bordo delle auto, registrazioni che poi possono essere utili a fini assicurativi e legali (anche in caso di incidenti).

“BASTA LO SMARTPHONE E UN SUPPORTO PER PARABREZZA”

L’applicazione utilizza contemporaneamente microfono, fotocamera anteriore e posteriore in modo da registrare al meglio ogni evento o fatto che possano verificarsi all’interno ed all’esterno dell’abitacolo di un taxi. Qualsiasi smartphone può, dunque, trasformarsi in uno strumento professionale in grado di rendere più sicuro il servizio alla guida del proprio taxi: sarà sufficiente installare sul parabrezza un supporto per smartphone, montare su di esso il dispositivo mobile connetterlo all’alimentazione ed avviare TrueCam.

“I TASSISTI SI SENTIRANNO PIÙ SICURI”

“In TrueScreen siamo sempre più impegnati nel fornire dei prodotti digitali sempre più integrati e su misura poiché siamo convinti che la tecnologia debba facilitare la vita di coloro che la utilizzano. È pertanto importante per noi sapere che TrueCam può essere un valido aiuto per le persone durante il loro lavoro, facendole sentire più sicure“, spiega Fabio Ugolini fondatore e amministratore di TrueScreen.

“La dash cam app ci consente di validare e certificare in pochi secondi le registrazioni di ogni esperienza di guida, garantendo l’autenticità e l’immodificabilità di ogni registrazione per fini assicurativi e legali con massimo valore probatorio. Un ulteriore strumento di sicurezza messo a disposizione dei nostri 540 Soci, che lavorando perennemente su strada si trovano a dover fronteggiare diverse problematiche legate ai sinistri stradali e problemi notturni nei confronti di una clientela pericolosa”, conclude il vicepresidente di Cotabo, Andrea Farnè.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-08-01T17:06:29+02:00