FOTO | McDonald’s Caracalla, fermo il cantiere e verifiche dei vigili

Lo stop ai lavori è arrivato ieri sera con una notifica dell'Arma dei Carabinieri
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print















Precedente
Successivo

https://www.facebook.com/agenziastampaDIRE/videos/2785240831504102/

ROMA – E’ fermo a Roma il cantiere per l’apertura di un McDonald’s a Caracalla. Lo stop ai lavori è arrivato ieri sera con una notifica dell’Arma dei Carabinieri a seguito di un provvedimento firmato da Gino Famiglietti, a capo della direzione generale Archeologia, Belle arti e Paesaggio del ministero dei Beni culturali. Questa mattina in via Baccelli, dove insiste l’ingresso al vivaio Eurogarden che avrebbe ospitato il fast food, è arrivata anche la Polizia locale di Roma Capitale per verificare, a quanto apprende l’agenzia Dire, la conformità del progetto con i lavori già effettuati.

All’interno del cantiere, infatti, sono già evidenti le strutture dedicate alla nuova attività commerciale che sarebbe sorta in un’area di 10mila metri quadrati, con 500 metri quadrati dedicati al ristorante di 250 posti a sedere e 180 posti auto. La Municipale ha fatto i rilievi sui muretti in costruzione per delimitare gli spazi sul terreno, mentre all’esterno del cantiere, delimitato da un cancello e una rete che ne impedisce la visuale, un cartello descrive il progetto e indica il numero di protocollo della Scia, la segnalazione certificata di inizio attività.

Sospeso in autotutela dal Collegio romano, il provvedimento ha ricevuto il plauso della sindaca di Roma, Virginia Raggi, che in un tweet ha ricordato la necessità di tutelare il patrimonio capitolino. Tuttavia, i via libera al progetto sono arrivati anche dal Campidoglio, i cui uffici hanno ritenuto non cogenti le indicazioni contenute nel Piano territoriale paesistico approvato nel 2010 dalla Regione Lazio. Il Piano sarebbe invece alla base della decisione presa dal Mibac, che ritiene vincolante quel provvedimento.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»