FOTO – VIDEO | Reddito di cittadinanza, i navigator della Campania: “Meglio precari che disoccupati”

Una delegazione a breve sarà a San Giacomo per incontrare de Magistris
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print









Precedente
Successivo

NAPOLI – “Meglio precari che disoccupati“. Con queste parole, in una intervista alla Dire, la navigator Filomena Orsini, in protesta davanti alla sede del Consiglio regionale della Campania al Centro direzionale di Napoli, risponde alla mancata firma della convenzione con Anpal da parte della Regione governata da Vincenzo De Luca. “Oggi siamo qui – spiega Orsini – per chiedere una risposta ufficiale. Siamo 471 laureati che hanno vinto un concorso pubblico, trasparente e vogliamo combattere per il nostro diritto al lavoro e all’uguaglianza perché il lavoro che anche noi dovremmo svolgere ha preso il via in tutte le altre regioni italiane”.

La delegazione di navigator in presidio davanti al Consiglio ha protocollato una richiesta indirizzata a Rosa D’Amelio, presidente del Consiglio regionale, a tutta l’assemblea e alla giunta in cui chiedono “la possibilità di intervenire ai lavori del Consiglio” di questo pomeriggio per “sbloccare una situazione che preclude un diritto costituzionale” esprimendo a un membro dell’assemblea “le istanze relative alla mancata sottoscrizione della convenzione con Anpal Servizi”. Le uniche risposte avute “sono arrivate a mezzo stampa – sottolinea Orsini – mentre noi ne chiediamo di ufficiali”. 

“De Luca – rimarca un altro dei navigator in protesta, Alessandro Di Napoli – chiede innanzitutto di stabilizzare i suoi precari, i circa 40 che precedenti rispetto a noi che sono all’Anpal. Noi, nelle sue idee, veniamo successivamente”. In attesa dell’inizio del Consiglio regionale e in attesa di risposte che, secondo i navigator, tardano ad arrivare dalle istituzioni, una parte di loro è diretta a palazzo San Giacomo dove, a minuti, è in programma un incontro con il sindaco metropolitano Luigi de Magistris.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»