Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Il ‘disturbatore’ Fortini aiuta la compagna di Conte che non riesce a entrare in casa

Mentre l'ex premier oggi non è uscito di casa, ricevendo la visita tra gli altri del ministro degli Esteri Di Maio, la sua compagna Olivia Paladino ha avuto difficoltà ad aprire il portone al suo rientro ed è stata aiutata dal presenzialista delle dirette tv Mauro Fortini
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Giornata casalinga per Giuseppe Conte. Dopo il caos e le polemiche dei giorni scorsi che hanno portato alla rottura con Beppe Grillo, facendo tramontare i sogni di un futuro da condottiero dei 5 Stelle, l’ormai ex avvocato del popolo ha passato la prima parte della giornata rintanato in casa della compagna Olivia Paladino, in pieno centro storico a Roma. Qui ha ricevuto alcuni ospiti tra cui il ministro degli Esteri Luigi Di Maio che più di ogni altro maggiorente sta tentando una riconciliazione tra i due litiganti.

LEGGI ANCHE: M5s, Conte replica a Grillo: “Non dica falsità. Il mio progetto politico prosegue”

IL ‘SOCCORSO’ DEL DISTURBATORE ALLA COMPAGNA DI CONTE ALLE PRESE COL PORTONE

L’ex capo politico si è intrattenuto per circa un’ora a colloquio con il giurista per poi infilarsi frettolosamente nella sua auto blu senza rispondere alle domande dei tanti cronisti presenti. L’attesa dei giornalisti è risultata vana anche nelle ore a seguire. Il giurista pugliese non ha messo piede fuori casa nemmeno per pranzare. Come spesso accade ha infatti ordinato il pranzo in un ristorante nelle vicinanze che ha poi consumato con un paio di ospiti arrivati alla spicciolata e con la compagna, anch’essa rincasata in tarda mattinata. Quest’ultima, forse intimorita dalla presenza dei cronisti, ha avuto non poche difficoltà ad aprire il portone del palazzo. Ad aiutarla è stato Mauro Fortini, volto noto delle dirette tv, disturbatore ‘garbato’. Il presenzialista romano ha dato una mano alla signora, consentendole di entrare in casa.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»