Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Ue, per ottenere i fondi è fondamentale conoscere prima tutte le informazioni

fasi.eu
Intervista ad Andrea Gallo, editore della piattaforma fasi.eu.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Con la piattaforma fasi.eu è da tanti anni che informiamo sulle politiche europee e nazionali per lo sviluppo da cui poi arrivano i programmi operativi e i bandi. Ormai la mole di informazioni è veramente elevata, oltre alla programmazione ordinaria si è aggiunto anche il Recovery Plan. Si è quindi venuta a creare l’esigenza di trasferire tutte le informazioni su un motore di ricerca intelligente che ha la possibilità di catalogare le informazioni e di trarre i contenuti in maniera più pertinente. Abbiamo fatto quindi questo passo per rendere migliore il nostro servizio e per accrescere la conoscenza di tutte queste strategie e politiche per lo sviluppo da cui poi dipende la crescita economica italiana e europea”, spiega Andrea Gallo, editore della piattaforma fasi.eu, nell’intervista rilasciata all’agenzia Dire.

“Noi monitoriamo tutti i programmi finanziari e i bandi – ha detto Gallo- a partire dagli studenti, fino alle grandi aziende passando per le pubbliche amministrazioni e le organizzazioni no profit. Un proverbio importante dice che ‘sapere è potere’, qui il potere è ottenere questi finanziamenti. Non è solo il monitoraggio dei bandi che è importante, ma anche conoscere le politiche, i programmi e logiche che li governano. Dentro i programmi ci sono già scritti tutti gli interventi che verranno finanziati. Il bando non è altro che la procedura per poter accedere a questi fondi. Chi conosce i programmi è in grado di anticipare l’uscita del bando e di scrivere un buon progetto”.

Sulla piattaforma Fasi.eu. “le informazioni sono gratuite per i privati, gli studenti e i lavoratori. Per gli enti e le imprese c’è un abbonamento da sottoscrivere. Un investimento non costoso ma necessario per poter accedere a questi fondi. Chi non è informato difficilmente riuscirà a portare a casa un finanziamento agevolato“.

NON SOLO 222 MILIARDI DEL PNRR, CI SONO ALTRI 190 MILIARDI

“Oltre ai 222 miliardi del Recovery Plan – dice Andrea Gallo, editore della piattaforma Fasi.eu intervistato dall’agenzia Dire – c’è tutta la partita della programmazione finanziaria 2021-27 che insieme al fondo di sviluppo e coesione nazionale vale circa 190 miliardi di euro. Su questo si sta lavorando all’accordo di partenariato da cui poi dipendono i
programmi operativi regionali e nazionali. Vale la pena fare la massima attenzione su quello che ci sarà scritto in questo documento, perché, chi conosce i programmi operativi sarà in grado di anticipare l’uscita dei bandi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»