fbpx

Tg Politico, edizione 1 luglio 2019

CAOS SULLE NOMINE UE, ITALIA SI OPPONE

Il negoziato sulle nomine europee è fallito. Il vertice del Consiglio dei 28 capi di Stato e di governo è stato rinviato a domani. L’Italia e altri 10 paesi si sono opposti alla nomina di Frans Timmermans come presidente della commissione. Il premier Giuseppe Conte ha spiegato: “Non è un veto sulla persona ma non potevamo accettare un pacchetto di nomine nato altrove”. Intanto, da Vienna, dove è in visita, il capo dello Stato è fiducioso sui conti pubblici italiani: “Non vedo ragioni per aprire la procedura di infrazione contro l’Italia”, ha sottolineato Sergio Mattarella.

MIGRANTI, FICO CONTRO I MURI

“Non è costruendo muri che si gestisce il fenomeno migratorio. Tutti i muri sono destinati a essere superati o abbattuti, lo dice la nostra storia”. Lo ha sottolineato il presidente della Camera Roberto Fico durante un convegno alla Camera sui corridoi umanitari. Intanto, da Vienna, interviene il presidente della Repubblica che dopo la vicenda della Sea Watch chiede di abbassare i toni. “L’amicizia con la Germania non è in discussione”, ha sottolineato Mattarella.

SCONTRO TONINELLI-AUTOSTRADE SU REVOCA CONCESSIONE

La revoca della concessione ad Autostrade sarà totale. Lo ha annunciato il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, anticipando la relazione dei tecnici del ministero. Toninelli ha parlato di “grave inadempimento degli obblighi giuridici” legati alla custodia del ponte Morandi di Genova. Immediata la replica di Autostrade: i contratti non sono stati traditi e in caso di risoluzione anticipata il governo dovrà pagare un indennizzo, è la linea della società del gruppo dei Benetton.

ISTAT: DISOCCUPAZIONE SOTTO IL 10%

Per la prima volta da oltre sette anni il tasso di disoccupazione scende sotto il 10%. A maggio l’Istat lo attesta al 9,9%, in discesa di 0,2 punti percentuali rispetto ad aprile. Sale al 59% il tasso di occupazione. Per il ministro del Lavoro Luigi Di Maio i dati Istat, dopo le accuse al decreto dignità, smentiscono i chiacchieroni con i fatti. Matteo Salvini tira dritto sulla flat tax: abbassare le tasse a imprenditori, lavoratori e famiglie è un dovere morale”, ha sottolineato.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

1 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»