Musica. Inedito e fuori dagli schemi, Truppi tra ‘Poesia e Civiltà’

Dal vivo nei principali festival italiani, Truppi sarà in giro per l'Italia fino alla prima metà di settembre. Di Fabrizia Ferrazzoli
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Napoletano classe 1981, Giovanni Truppi “fa musica” da una trentina d’anni. Una “vocazione” quella per la canzone che lo accompagna da sempre: alle elementari il primo pianoforte e il gruppo con gli amici, in Chiesa, poi appena quattordicenne le composizioni tutte sue.

Quest’anno, con il quinto disco ‘Poesia e civiltà’ fuori per Virgin Records Italia/Universal Music, è il vincitore del premio Mei ‘Pimi 2019’ come ‘Miglior artista indipendente dell’anno’, un riconoscimento arrivato per la sua capacità di rinnovare la canzone d’autore grazie a un linguaggio che recupera il passato.

Perché Truppi “riesce a essere originale e unico nel panorama musicale italiano di oggi, senza scendere a compromessi di forma e contenuto, risultando profondo e pop al tempo stesso”. Interprete e capofila di un modo di scrivere e comporre del tutto inedito, la sua canzone è intima, provocatoria, complessa, imprevedibile e mai banale.

L’identità, la vita adulta, la bellezza, il modo in cui scegliamo di porci nei confronti degli altri e il rapporto con la società sono i temi che canta nel suo ultimo lavoro, abbandonando così il linguaggio dei lavori precedenti e costruendone uno nuovo, che rimanda a una scrittura più classica e meno anarchica ma comunque “libera” e allo stesso tempo polemica.

In tour da Aprile con Paolo Mongardi alla batteria, Giovanni Pallotti al basso, Daniele Fiaschi alla chitarra, Duilio Galioto alle tastiere e Nicoletta Nardi a voce e tastiere, Truppi – tappa dopo tappa – porta con sé un “pianoforte verticale modificato”. Un esperimento “tutto suo” a cui lavora da circa tre anni con l’aiuto di Daniele Pintaldi e Marcello Virgili.

Smontabile e più corto rispetto ad uno strumento standard, il piano di Giovanni mescola suono acustico ed elettronico. Dal vivo nei principali festival italiani, Truppi sarà in giro per l’Italia fino alla prima metà di settembre.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

1 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»