Grecia, Renzi: rischiamo un dramma, tutti impegnati per un accordo

Renzi-Tsipras“Siamo impegnati, minuto dopo minuto, per trovare accordo soddisfacente ed evitare un dramma e per evitare il ritorno alla dracma”. A sottolineare la gravità del caso Grecia è tonrato a parlare, questa mattina, il presidente del Consiglio, Matteo Matteo Renzi, nel corso di una conferenza stampa a Berlino.

“Quando anche qualcuno pensasse che potesse bastare la sola visione economica per l’Europa, dobbiamo avere il coraggio di ammettere che questa visione economica, tutta incentrata sull’austerita’ e sul rigore, in questi anni non ha funzionato. Forse, forse, ha funzionato per la Germania. Ma non per l’Europa- ha aggiunto Renzi- ovviamente se le regole si rispettano si devono rispettare dappertutto. Condivido integralmente la necessità che il Governo greco segua la strada maestra delle riforme strutturali”.

“Il referendum greco- ha concluso il premier- è una scelta politica che Alexis Tsipras ha fatto, e che io ritengo una scelta politica molto azzardata, perché  non è detto che nel caso vincesse la sua posizione, le misure per i cittadini greci sarebbero piu’ semplici e fiscalmente meno pesanti”.

1 Luglio 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»