Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Grecia, Renzi: rischiamo un dramma, tutti impegnati per un accordo

"Siamo impegnati, minuto dopo minuto, per trovare accordo soddisfacente
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Renzi-Tsipras“Siamo impegnati, minuto dopo minuto, per trovare accordo soddisfacente ed evitare un dramma e per evitare il ritorno alla dracma”. A sottolineare la gravità del caso Grecia è tonrato a parlare, questa mattina, il presidente del Consiglio, Matteo Matteo Renzi, nel corso di una conferenza stampa a Berlino.

“Quando anche qualcuno pensasse che potesse bastare la sola visione economica per l’Europa, dobbiamo avere il coraggio di ammettere che questa visione economica, tutta incentrata sull’austerita’ e sul rigore, in questi anni non ha funzionato. Forse, forse, ha funzionato per la Germania. Ma non per l’Europa- ha aggiunto Renzi- ovviamente se le regole si rispettano si devono rispettare dappertutto. Condivido integralmente la necessità che il Governo greco segua la strada maestra delle riforme strutturali”.

“Il referendum greco- ha concluso il premier- è una scelta politica che Alexis Tsipras ha fatto, e che io ritengo una scelta politica molto azzardata, perché  non è detto che nel caso vincesse la sua posizione, le misure per i cittadini greci sarebbero piu’ semplici e fiscalmente meno pesanti”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»