hamburger menu

La Croazia adotterà l’euro, via libera dalla Commissione Ue

Non sono allineati alla legislazione gli altri Paesi inclusi nella relazione (Svezia, Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia, Romania e Bulgaria)

01/06/2022
VON_DER_LEYEN_Andrej Plenković

BRUXELLES – La Croazia potrà adottare formalmente l’euro a partire dal primo gennaio 2023. Lo sostiene la Commissione europea con la pubblicazione della relazione sulla convergenza economica dei Paesi che non hanno aderito alla moneta unica. “La Croazia rispetta tutti i quattro criteri di convergenza e la sua legislazione è pienamente compatibile con quanto richiede il Trattato e lo Statuto del Sistema europeo delle banche centrali”, si legge in una nota. Non sono allineati alla legislazione gli altri Paesi inclusi nella relazione (Svezia, Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia, Romania e Bulgaria).

I ministri dell’Ue dovranno prendere la decisione finale a metà luglio, dopo la discussione del Consiglio europeo che si terrà il 23 e il 24 giugno 2022 e dopo la pubblicazione dei pareri da parte del Parlamento europeo e della Banca centrale europea. Successivamente, occorrerà superare esclusivamente gli ostacoli tecnici che devono permettere il passaggio pratico all’euro fondamentale per consentire ai residenti in Croazia di poter utilizzare senza impedimenti la moneta unica.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-02T15:21:37+02:00