hamburger menu

Salvini a Mosca, il sottosegretario Gabrielli: “Queste azioni le facciano i leader di Governo”

Il sottosegretario delegato alla Sicurezza: "Draghi ha chiarito l'importanza della massima trasparenza e del rispetto dei ruoli. I leader di partito sanno che responsabilità hanno"

Franco-Gabrielli-1

BOLOGNA – Il viaggio di Matteo Salvini in Russia e gli incontri con l’ambasciatore di Russia in Italia? “Queste iniziative dovrebbero essere fatte a livello di leader di Governo, non di leader di partito”. Lo afferma il sottosegretario delegato alla Sicurezza, Franco Gabrielli, arrivando oggi a Bologna per partecipare ai lavori del congresso provinciale del Siulp. Ieri, anche il premier Mario Draghi aveva indirettamente fatto riferimento alla questione e ribadito il posizionamento dell’Italia, dopo il vertice europeo a Bruxelles.

“Penso che la considerazione come al solito più efficace – sottolinea Gabrielli – l’abbia resa il presidente del Consiglio”. “Peraltro – aggiunge il sottosegretario – sono testimone di quando lo ribadì anche in sede di Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica: tutto è possibile purché si faccia nella massima trasparenza e nel rispetto dei ruoli che, soprattutto in momenti così complicati, tutti devono avere e a maggior ragione devono avere personaggi che hanno una responsabilità che deriva loro dall’essere leader di formazioni politiche. Peraltro di formazioni politiche importanti, che reggono il Governo e che sono imprescindibili perchè il Paese sia governato nel migliore dei modi”.

LEGGI ANCHE: Di Maio: “Con Putin parla Draghi, Salvini ricordi la trasferta in Polonia”

Salvini ha garantito questa sicurezza? “Questo – risponde Gabrielli – poi ce lo diranno i fatti, questa credo sia la cosa importante. Poi l’altra cosa assolutamente condivisibile è che queste iniziative dovrebbero essere fatte a livello di leader di Governo, non di leader di partito”, ha ribadito il sottosegretario delegato alla sicurezza della Repubblica.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-01T13:43:53+02:00

Ti potrebbe interessare: