Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Marche, apre un punto vaccinale a Marotta. Baldelli: “Non lasciamo indietro nessuno”

Punto vaccinale Marotta
Soddisfatto l'assessore regionale all'Edilizia: “Garantito il diritto alla salute e alla vaccinazione anche nei piccoli comuni”
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ANCONA – “Aprire punti vaccinali anche nelle realtà più piccole della costa e nell’entroterra è fondamentale per garantire il diritto alla salute di tutti i cittadini, senza distinzioni né privilegi. Oggi ha infatti aperto il punto di Marotta, giovedì sarà il turno di quello di Pergola, si proseguirà quindi con Cagli, Urbania, Colli al Metauro, Fermignano, Terre Roveresche e Macerata Feltria, sempre compatibilmente con l’invio dei vaccini. Questa amministrazione regionale non intende lasciare indietro nessuno, indipendentemente dal luogo di residenza: lo avevamo detto in campagna elettorale e lo stiamo dimostrando con i fatti. Lo abbiamo fatto ad esempio nei mesi scorsi con la capillare campagna di screening di massa anche nei centri minori, lo stiamo facendo ora con le vaccinazioni anti Covid. Una considerazione e un’attenzione che in precedenza mai c’erano state”, è quanto dichiarato dall’assessore regionale all’Edilizia ospedaliera, Francesco Baldelli, oggi in visita al punto vaccinale di Marotta, che ha aperto i battenti proprio questa mattina.

Il Piano vaccinale della Regione – prosegue l’assessore Baldelli– aveva già previsto da tempo, come comunicato anche al generale Figliuolo in occasione della sua visita nelle Marche dei mesi scorsi, l’apertura di punti vaccinali nei comuni meno densamente abitati e nell’entroterra. Perché per l’amministrazione regionale non esistono cittadini di serie A e cittadini di serie B. L’attivazione dei punti era però subordinata all’arrivo di un numero adeguato di vaccini e alla disponibilità dei medici di medicina generale. I vaccini stanno arrivando e vari medici hanno offerto la loro collaborazione. Ringrazio dunque il presidente Acquaroli e il collega Saltamartini per avere organizzato tutto ciò. Insieme a loro ringrazio tutti i medici di medicina generale e i volontari che hanno offerto la loro preziosa collaborazione, rendendo possibile questo importante servizio. Un plauso va poi al sindaco di Mondolfo, Nicola Barbieri, che ha voluto e saputo contribuire al miglioramento delle azioni della Regione Marche per rendere ancora più capillare la campagna vaccinale sul territorio”.

Infine un appello: “Ora che progressivamente i punti vaccinali vengono distribuiti con capillarità sul territorio e che non vi sarà bisogno di spostamenti per raggiungerli – conclude Baldelli -, tutti i cittadini possono contribuire in prima persona alla battaglia per sconfiggere il Covid-19, in un momento in cui le azioni di cura e di prevenzione messe in campo si stanno dimostrando efficaci nella diminuzione dei ricoveri nelle terapie intensive e dei positivi.”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»