Terremoto. Protesta sul Gra a Roma, corteo di auto in colonna: “Ricostruire subito”

Lo scopo della protesta, ribattezzata "Raccordiamoci", è chiedere la "ricostruzione subito"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – È in corso la protesta delle popolazioni colpite dal terremoto del Centro Italia. Una carovana di circa trenta auto, addobbate con cartelli e striscioni, si sta muovendo, procedendo a velocità ridotta, sul Grande raccordo anulare di Roma, nella carreggiata esterna. Al momento si registrano rallentamenti nella zona sud del Gra. Il corteo è presidiato anche da due auto e un blindato delle forze dell’ordine.

Lo scopo della protesta, ribattezzata “Raccordiamoci”, è chiedere la “ricostruzione subito- hanno detto gli organizzatori nei giorni scorsi- Troppo tempo passato e fiumi di parole e promesse non mantenute mentre la popolazione del Centro Italia, duramente provata dal sisma del 2016, guarda sfiduciata alla ricostruzione che non parte, ai fondi donati spesi in modo anomalo e non a loro favore diretto, ma una soluzione deve ora uscire dal cilindro della burocrazia e dallo Stato: ricostruire subito, senza indugi o incertezze. Lo chiedono con forza singoli cittadini, gruppi e comitati, amministratori e tecnici, in una sola parola: tutti”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

1 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»