Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Carabiniere ucciso a Marsala durante controllo antidroga

ROMA - E' morto il maresciallo dei Carabinieri di 53
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CarabinieriROMA – E’ morto il maresciallo dei Carabinieri di 53 anni che ieri sera era rimasto ferito durante un blitz antidroga a Marsala, in provincia di Trapani. L’uomo, che si chiamava Silvio Mirarchi, è stato colpito alle spalle da un colpo d’arma da fuoco durante una sparatoria: stava effettuando un controllo in borghese, insieme a un altro militare, in una serra dove veniva coltivata marijuana nelle campagne tra le contrade Ciavolo e Ventrischi. E’ morto oggi sopo un intervento chirurgico a cui è stato sottoposto nella notte all’ospedale di Palermo, dove ieri sera era stato trasportato con l’elisoccorso.

RENZI HA CHIAMATO IL GENERALE DELL’ARMA – Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha chiamato il comandante generale dell’Arma Tullio Del Sette per esprimere le condoglianze sue e del governo ai Carabinieri e ai familiari del militare ucciso.

MATTARELLA CONDANNA IL “BRUTALE AGGUATO” – Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, profondamente addolorato dalla morte del maresciallo capo dei Carabinieri Silvio Mirarchi, ferito ieri sera durante un’azione antidroga a Marsala, ha inviato al comandante generale dei Carabinieri Tullio Del Sette un messaggio di cordoglio, nel quale esprime la ferma condanna per “il brutale agguato, che priva l’Arma di un servitore dello Stato coraggioso ed esemplare“. Mattarella ha pregato il generale Del Sette di far giungere alla famiglia della vittima sentimenti di solidarietà e di vicinanza, a nome dell’Italia intera e suoi personali.

GIOACCHINO ALFANO “VICINO AI FAMILIARI” – “Esprimo il mio cordoglio per la tragica morte del Maresciallo dei carabinieri ferito durante un’operazione antidroga a Marsala. Sono vicino al dolore dei suoi familiari e dei suoi colleghi di lavoro. È un episodio tragico che ci colpisce tutti e ci addolora profondamente. Fatti del genere non devono più accadere, non possiamo tollerare di venire privati dei nostri coraggiosi e valorosi uomini per mano di delinquenti senza scrupoli. Ora bisogna fare chiarezza e individuare gli artefici del gesto”. A dirlo è Gioacchino Alfano, sottosegretario alla Difesa.

CORDOGLIO DEL MINISTRO PINOTTI – “Con profondo dolore ho appreso della morte del maresciallo capo Silvio Mirarchi. Vicina alla sua e alla grande famiglia dei Carabinieri“. Cosi’ il ministro della Difesa Roberta Pinotti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»