Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Meloni scherza con Giachetti in radio: “Se vinco ti taglio la barba”

ROMA - Gag e risate tra gli
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Giorgia Meloni (1)ROMA – Gag e risate tra gli ‘amici’ candidati a sindaco di Roma, Giorgia Meloni e Roberto Giachetti, ospiti di ‘Un giorno da pecora’ su Rai Radio 2. Ad aprire le danze il nome della bambina in arrivo della Meloni. “Io la chiamerei Roberta” ha detto Giachetti, e Meloni ha prontamente replicato: “Sì certo, anzi la chiamo Pier Roberta”. Ai conduttori che chiedevano a quando risaliva il loro primo incontro, Meloni ha raccontato: “Avevo 29 anni, divenni vicepresidente della Camera e Giachetti era delegato d’aula del Pd. Un po’ battibeccando e un po’ sorridendo ci siamo conosciuti“. Ma cosa pensano uno dell’altra? “Roberto è una persona che dice sempre come la pensa, una persona libera, nonostante la sua adesione attuale al renzismo, ma è umanamente leale”. Giachetti ha quindi risposto: “Giorgia ha fatto la gavetta vera e apprezza il valore della politica. Inoltre sono totalmente affascinato dalla sua autoironia”. Meloni ha poi scherzato sul comportamento di Giachetti nelle relazioni con le donne: “E’ un farfallone, altro che monogamo. I romani devono saperlo“. E Giachetti: “Diciamo che la mia è una casa vivace…”. Entrambi hanno quindi indicato il Gianicolo come luogo del primo bacio.

Roberto Giachetti1La chiacchierata ha poi virato sul comportamento della sfidante al Campidoglio del M5S, Virginia Raggi, anche rispetto al confronto andato in onda ieri su SkyTg24. “Sentirsi dire ogni giorno cose totalmente false e infondate non fa piacere- ha detto Meloni-. Uno non si può fare dare del ladro tutti i giorni, alla fine te la prendi una querela”. Giachetti ha aggiunto: “Lei continua con questo approccio, come a dire signori io non c’entro niente con voi, ma non è così e soprattutto le cose le devi dire in faccia. Ho inseguito la Raggi per tutta la campagna elettorale ma lei non veniva mai ai dibattiti e ieri finalmente c’è stato modo di replicare”. Poi i due sono tornati a scherzare. “Se divento sindaco taglio la barba a Giachetti” ha detto Meloni, che infine ha anche letto una poesia di Giachetti. “Roberto questa non l’hai scritta tu, dì la verità, stava nei baci Perugina!”.

di Alessandro Melia, giornalista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»