Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Da Magnani a Melato, luoghi di Roma verranno dedicati ad artisti italiani

Priorità alle donne, si parte con Teatro Valle intitolato a Franca Valeri
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Domani andrà in Giunta capitolina la memoria per l’intitolazione del Teatro Valle all’artista Franca Valeri. L’Amministrazione, inoltre, sta già individuando strutture cittadine da dedicare ad artisti italiani, con particolare attenzione a tutti coloro che hanno avuto un forte legame con la città: tra gli altri, saranno ricordate anche Anna Magnani e Mariangela Melato, così come fatto con Aldo Fabrizi per la Biblioteca e con Gigi Proietti per il Silvano Toti Globe Theatre, nell’ottica del rinnovo di quel legame profondo fra gli spazi della cultura, gli artisti e la città di Roma. È quanto si legge in una nota del Campidoglio. In questo momento, spiega il comunicato, nel panorama dei teatri italiani il numero di edifici intitolati a donne è davvero esiguo rispetto al numero di quelli dedicati a interpreti maschili: poche decine a fronte di poco più di un migliaio di strutture. Questo dato rappresenta un motivo in più per tributare il giusto omaggio alle grandi attrici della tradizione italiana.

“Il Teatro Valle è il più antico teatro di Roma. Un pezzo della nostra storia, di un’importanza unica: il suo palcoscenico è stato calcato dai più importanti attori e autori italiani. Stiamo lavorando per restituirlo alla città e ai cittadini. Lo intitoleremo a Franca Valeri, che qui ha debuttato come attrice e autrice: lei lo chiamava ‘adorato Teatro Valle’, lo considerava casa sua. Così sarà anche nell’ufficialità del nome. È l’applauso di Roma a quest’artista che ha tanto amato la nostra città, e che ne è stata immensamente ricambiata”, dichiara la sindaca di Roma Virginia Raggi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»