Coronavirus, Sommella (Campus Bio-Medico Roma): “Al via Covid center”

Direttore sanitario: "Test a tutta la popolazione del Lazio? Giusto"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Ha aperto questa mattina, al Campus Bio-medico di Roma, il Covid Center con 9 posti letto di terapia intensiva. Entro il 20 aprile, poi, saranno aperti altri 31 posti letto ordinari di cui 7 sub intensivi. “E’ uno spazio isolato e sicuro, studiato appositamente per questa emergenza- ha spiegato, all’agenzia Dire, il direttore sanitario, Lorenzo Sommella- Questa mattina sono in arrivo i primi due pazienti”. Il Covid Center, realizzato all’interno del nuovo Dea, fa parte della rete costruita nel Lazio per far fronte all’emergenza. “La rete sta funzionando molto bene, c’e’ stato un incremento notevole di posti letto sia ordinari che di terapia intensiva in tutta la regione, che al momento si sono rivelati sufficienti per fronteggiare il livello epidemico attuale- ha sottolineato Sommella-. Speriamo che il trend continui nel miglioramento che sembra intravedersi“.

Anche al Campus Bio-medico, cosi’ come negli altri ospedali di Roma e del Lazio, la paura diffusa del virus ha portato molte persone a chiedere il rinvio di operazioni calendarizzate. “Ci dispiace, perche’ questa paura e’ ingiustificata- ha sottolineato Sommella- Noi siamo stati molto attenti, fin da inizio epidemia, a separare i percorsi e a dotare pazienti, visitatori e operatori delle difese necessarie. Ci definiamo un ospedale ‘Covid free‘”. Per quanto riguarda le attivita’ extra-Covid, Sommella ha spiegato che al Campus Bio-medico “si stanno limitando le attivita’, tranne quelle che potrebbero comportare un peggioramento se non vengono trattate entro 30 giorni, quindi quelle oncologiche o chirurgiche”. Secondo il direttore sanitario, infine, la volonta’ dell’assessore regionale alla Sanita’, Alessio D’Amato, di effettuare il test Covid-19 per tutti i residenti del Lazio “e’ una cosa opportuna in questa fase di epidemia, proprio per essere in grado di individuare le persone asintomatiche che hanno contratto l’infezione”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»