Inps, Conte risponde a Salvini: “100 domande al secondo, per questo problemi sul sito”

Durante l'incontro tra il premier e le foorze di opposizione a Palazzo Chigi scontro sui problemi al sito dell'Inps
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Abbiamo 100 domande al secondo, 300 mila richieste ad oggi. Questo ha creato qualche problema”. Cosi’ il presidente del consiglio Giuseppe Conte ha risposto a Meloni e Salvini che al tavolo di palazzo Chigi gli facevano notare che l’Inps e’ bloccata. Lo apprende la Dire da fonti presenti al tavolo.

LEGGI ANCHE: L’Inps dà il via al bonus da 600 euro per gli autonomi: sito in tilt e violazione della privacy

“Migliaia di voi ci stanno segnalando che il sito INPS e’ in tilt, che molti mutui stanno andando all’incasso, che per molti lavoratori autonomi non c’e’ nessun aiuto, che i commercialisti stanno impazzendo, che sulla Cassa Integrazione non ci sono certezze su modi e tempi. Avete ragione, l’ho appena fatto presente al governo ora in riunione a Palazzo Chigi, speriamo si muovano o finisce male. Continuate a inviare vostre segnalazioni nei commenti o a emergenza@legaonline.it.”. Lo scrive su facebook Matteo Salvini.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»