Ad Ascoli intitolato giardino a Marisol Piermarini, piccola vittima del sisma

La bambina del quartiere Piazzarola ha perso tragicamente la vita lo scorso 24 agosto sotto le macerie di Pescara del Tronto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ASCOLI PICENO – E’ stata la più giovane vittima del sisma del 24 agosto. Oggi un giardino pubblico per i bambini è stato intitolato a lei, Marisol Piermarini, volata via a 18 mesi a Pescara del Tronto. 

IL SINDACO: “PASSETTO DOPO PASSETTO RINASCIAMO DOPO IL TERREMOTO”

“Con questa nuova area verde abbiamo voluto iniziare la riqualificazione dell’area Jolly in viale De Gasperi, una zona che rappresenta il biglietto da visita per la nostra città“. Così il sindaco di Ascoli Piceno, Guido Castelli, commenta l’inaugurazione di un nuovo giardino pubblico per bambini.

“Un luogo che si potrà vivere con serenità ed allestito seguendo i canoni dell’armonia- aggiunge il primo cittadino-. Abbiamo riattivato la fontana ed implementato i giochi, inoltre abbiamo perimetrato il parco, che sarà chiuso durante la notte, con una cancellata artistica autorizzata dalla sovrintendenza, evitando che l’idiozia umana vada a scalfire il mantenimento di questa bellezza. L’area Jolly- prosegue Castelli- da qui a qualche mese potrà contare sul ripristino della vecchia fontana e su una riqualificazione della parte che riguarda l’edicola ed il resto del marciapiede. Passetto dopo passetto stiamo affrontando al meglio le sfide del post terremoto“.

Alla cerimonia di inaugurazione del nuovo giardino pubblico hanno partecipato i bambini della scuola San Domenico, che hanno tagliato il nastro ed hanno voluto intitolare il parco a Marisol Piermarini, la bambina del quartiere Piazzarola che ha perso tragicamente la vita lo scorso 24 agosto sotto le macerie di Pescara del Tronto.

“A lei va il nostro pensiero- chiosa Castelli-. È stato bello che anche i genitori di Marisol abbiano partecipato a questa cerimonia, siamo vicini al loro dolore, questo bellissimo parco è anche un modo per non dimenticarla”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»