Honduras, anche Roger Waters al concerto per Berta Caceres

Caceres, dirigente di Copinh nonché leader della comunità nativa dei lenca, fu uccisa nella sua abitazione dopo anni di minacce la notte fra il 2 e il 3 marzo 2016, a 44 anni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

di Brando Ricci

ROMA – Ci sarà anche Roger Waters, musicista britannico e storica voce dei Pink Floyd, al concerto online che si terrà domani in occasione del quinto anniversario dell’omicidio dell’attivista honduregna Berta Caceres.

La manifestazione è stata organizzata dal Consejo Civico de Organizaciones Populares e Indigenas de Honduras (Copinh), l’organizzazione di tutela e promozione dell’ambiente e dei diritti dei popoli originari co-fondata da Caceres. Il concerto vedrà la partecipazione, oltre a Waters, di numerosi altri artisti sudamericani e spagnoli, tra i quali i colombiani Aterciopelados e la venezuelana Cecilia Todd. Sempre per domani, Copinh ha invitato tutti gli attivisti a pubblicare contenuti su Twitter usando gli hasthag #JusticiaParaBerta e #5AnosJuntoABerta.

Caceres, dirigente di Copinh nonché leader della comunità nativa dei lenca, fu uccisa nella sua abitazione dopo anni di minacce la notte fra il 2 e il 3 marzo 2016, a 44 anni. Per l’omicidio di Caceres, che all’epoca si batteva, fra le altre cose, contro la costruzione di una diga idroelettrica nel nord-est del Paese, nel territorio dei lenca, sono state condannate nel 2019 otto persone. Tra queste ci sono quattro membri dell’azienda che stava costruendo l’impianto contro il quale lottavano gli attivisti, la Empresa Desarrollos Energeticos (Desa), e un ex alto ufficiale delle forze armate honduregne. Secondo i giudici, gli esecutori materiali dell’omicidio furono assoldati dai vertici della Desa.

La famiglia di Caceres, che nel 2015 era stata anche insignita del prestigioso premio per l’ambientalismo Goldman Prize, si batte da anni affinchè anche i dirigenti della Desa siano incriminati come mandanti morali dell’omicidio dell’attivista.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»