Sanremo 2021: da Fedez a Gazzè, gli artisti della prima serata

AMADEUS_SANREMO
Amadeus e Fiorello promettono "cinque serate spensierate" in cui la parola d'ordine sarà divertire. Kermesse nel segno del made in Italy: smentita la presenza di Lady Gaga
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SANREMO – Il Festival di Sanremo si lascia le polemiche alle spalle con la consapevolezza che sarà un’edizione storica, senza pubblico, ma simbolo di ripartenza. Ne è convinto Amadeus, che – alla vigilia della 71esima edizione del Festival di Sanremo – difende ancora una volta la scelta di organizzare la kermesse nonostante il perdurare della pandemia da Coronavirus. “Io credo che si debba andare verso una normalità”, ha ribadito il direttore artistico, che non ha escluso, durante le cinque serate, interventi di vicinanza ai lavoratori del settore musica e spettacolo. “La solidarietà è importante, lo saremo verso le persone non solo nella musica ma per tutti i settori”. Fare Sanremo, quindi, non è stata una prova di forza o di ostinazione. “Sanremo- ha spiegato Amadeus- non può risolvere i mali del mondo. Un festival dimesso non risolverebbe la situazione. Le persone, le istituzioni dovrebbero. Ci sono cantanti emozionati che ci raccontano: ‘È un anno che non suoniamo con una band’. Ci auguriamo che, come si è auspicato, anche i teatri e altri settori aprano a fine marzo“. Per questo, il festival non poteva essere cancellato: “Dobbiamo farlo per i telespettatori, per far ripartire la musica, per le case discografiche, i cantanti, i musicisti. È un’occasione per far lavorare queste persone”. Sanremo come motore della ripartenza, insomma, per regalare agli spettatori “cinque serate di spensieratezza e musica”.

LEGGI ANCHE: Laura Pausini vince ai Golden Globes e festeggia a Sanremo

H.E.R.: “Io, cantante transgender, giudicata improponibile a Sanremo”

SANREMO, I CANTANTI DELLA PRIMA SERATA

Fedez e Francesca Michielin, Max Gazzè ma anche Arisa e Aiello. E ancora: Annalisa, Colapesce e DiMartino, Coma Cose, Fasma e Ghemon. Poi Irama, Madame e Maneskin. Sono questi i nomi che inaugureranno la gara della 71esima edizione del Festival di Sanremo nella serata di martedì 2 marzo. Durante la puntata ci sarà anche la presentazione delle prime ‘Nuove Proposte’. Sul palco Avincola, Elena Faggi e Gaudiano. Tra gli ospiti Diodato e Loredana Berté. Matilda De Angelis, invece, sarà al fianco di Amadeus alla co-conduzione.

AMADEUS: “NON CI SARÀ LADY GAGA AL FESTIVAL

Sanremo 70+1, come l’ha definito più volte la Rai, sarà una celebrazione molto ‘Made in Italy’. Lo ha ribadito ancora una volta Amadeus. Il direttore artistico ha smentito la presenza di ospiti internazionali al festival. Negli ultimi giorni, in molti si erano augurati la partecipazione di Lady Gaga, a Roma per le riprese del film di Ridley Scott sull’assassinio Gucci. “Sarebbe fantastico- ha detto Amadeus- È molto impegnata per il film. Tutto potrebbe succedere ma non penso ci sia la possibilità”. Sanremo sarà, così, “una celebrazione del nostro festival e della nostra musica. Ci sono stati degli inviti a artisti internazionali ma alcuni hanno paura di viaggiare o in altri casi era difficile organizzare”. È il caso di Naomi Campbell, che ha dovuto rinunciare alla co-conduzione, difficile per lei incastrare la quarantena obbligatoria al rientro negli Stati Uniti e gli impegni lavorativi. Non mancheranno, però, le donne sul palco del Teatro Ariston. Ci saranno Elodie, Matilda De Angelis, Barbara Palombelli, Vittoria Ceretti, Beatrice Venezi (nella serata finale delle Nuove Proposte), Simona Ventura, Tecla Insolia, Serena Rossi e Giovanna Botteri. Tra le ospiti Loredana Bertè, Alessandra Amoroso, Emma Marrone e Ornella Vanoni.

FIORELLO: “FESTIVAL CON COVID? I PROBLEMI SONO ALTRI

“Sarà una cosa nuova senza pubblico, vedremo cosa succederà ma sono contento e curioso di sapere come andrà. È una contraddizione pazzesca: nessuno in sala, milioni telespettatori da casa. Forse servirà per avere meno emozione lì ma sarà tutto nuovo e non vedo l’ora di vedere come andrà”. Mette da parte, per un po’ l’ironia che lo contraddistingue Fiorello e guarda alle cinque serate che lo vedranno protagonista sul piccolo schermo con uno sguardo diverso rispetto a quello dello scorso anno. Da vero mattatore, però, promette scintille: un duetto con Achille Lauro e siparietti con Ibrahimovic, che oggi arriva in città. Parola d’ordine è divertire e, come ha sottolineato Amadeus, “cercare di regalare cinque serate spensierate”. Nell’era del Covid, a chi ha criticato l’idea di portare avanti il festival nonostante la pandemia risponde: “I problemi sono altri”.

AL FESTIVAL ARRIVA L’INFERMIERA ‘SIMBOLO’ ALESSIA BONARI

Ci sarà anche Alessia Bonari sul palco della 71esima edizione del Festival di Sanremo. L’infermiera di Grosseto simbolo della pandemia è tra gli ospiti della kermesse, come ha confermato Amadeus. La ragazza, 24 anni appena, ha colpito l’intero Paese lo scorso anno pubblicando un selfie su Instagram che la mostrava con il volto pieno di segni per l’uso prolungato della mascherina. Alessia racconterà la sua esperienza tra orari di lavoro senza sosta in ospedale e le critiche ricevute dai negazionisti del Covid.

COLAPESCE E DIMARTINO SUL PALCO CON ARTISTA DEL CIRQUE DU SOLEIL

Colapesce e DiMartino non saranno soli sul palco del Teatro Ariston per il debutto al Festival di Sanremo. Il duo sarà accompagnato dalla pattinatrice Paola Fraschini, atleta e artista nata a Genova, sportiva fin dall’infanzia e membro della squadra nazionale italiana di pattinaggio. In carriera ha conquistato 11 campionati italiani, 5 europei e 7 mondiali, oltre a vincere 5 medaglie d’oro per il valore atletico. Paola è stata la prima donna a vincere un campionato del mondo nella specialità ‘Solo Dance’. Da sempre animata dall’appassionato desiderio di portare la disciplina sportiva nello spettacolo, corona il suo sogno come artista del Cirque du Soleil, dove siè wesibita stabilmente dal 2017 al 2020 con più di 1000 show nello spettacolo internazionale ‘Volta’. Colapesce e DiMartino sono in gara con ‘Musica leggerissima’.

OLIMPIADI 2026, I GIOCHI A SANREMO: SABATO AL VIA CORSA MILANO CORTINA

La grande sfida dei Giochi invernali di Milano Cortina 2026 prende il via ufficialmente dal palco dell’Ariston. Durante la serata finale del Festival di Sanremo, il prossimo 6 marzo, una straordinaria coppia di campioni presenterà in esclusiva mondiale il primo atto delle Olimpiadi e Paralimpiadi italiane. Insieme ad Amadeus, Federica Pellegrini e Alberto Tomba riveleranno i due possibili loghi di Milano Cortina 2026 e lanceranno un’inedita gara: per la prima volta nella storia dei Giochi sarà il voto popolare a decidere quale dei due loghi diverrà l’emblema Olimpico. La possibilità di votare rimarrà aperta per due settimane sul sito ufficiale e sulla App di Milano Cortina 2026. Il risultato sarà quindi annunciato durante una puntata speciale de ‘I Soliti Ignoti’ su Rai1 che coinvolgerà anche le prime personalità dello sport, dello spettacolo e della società civile chiamate a rappresentare i Giochi come Ambassador.

Per Alberto Tomba, Sanremo è una prima volta, anzi una seconda. Non è mai salito sul palco del Festival, ma in realtà ci arrivò sciando nella celebre finalissima del 1988. Gabriella Carlucci e Miguel Bosé conducono l’edizione che vede trionfare ‘Perdere l’Amore’ di Massimo Ranieri. In quelle stesse ore, il ventunenne astro nascente dello sci italiano punta all’oro Olimpico nello slalom speciale di Calgary. Per vincere, deve recuperare i 73 centesimi che lo confinano al terzo posto nella prima manche. Quando tocca a lui, il Festival si ferma. In diretta va in scena una pagina indimenticabile di storia dello sport e del servizio pubblico. È una discesa capolavoro. Alberto ribalta la classifica e conquista la vittoria con 6 centesimi di vantaggio. Sul podio con lui, c’è un’Italia in visibilio. Accompagnato dalle note di Massimo Ranieri, proprio a Sanremo nasce il mito del campione potente, elegante e capace di qualsiasi impresa. Dopo 33 anni, Alberto sarà fisicamente sul palco come primo Ambassador dei Giochi invernali 2026.

Nel gioco delle coincidenze, sempre nel 1988, nasce a Mirano, in provincia di Venezia, un altro fenomeno destinato a far battere forte il cuore degli italiani: Federica Pellegrini, la Divina, definita l’atleta azzurra più forte di sempre. A sedici anni è la più giovane italiana a salire su un podio olimpico individuale. Quattro anni più tardi è la prima nella storia a vincere l’oro olimpico nel nuoto. Per lei, quello di sabato sera sarà un ritorno sul palco dell’Ariston dopo la partecipazione all’edizione del 2012 condotta da Gianni Morandi. Federica, ormai divenuta un’icona nazionale, è la prima ambasciatrice dei Giochi di Milano Cortina. La coppia di super campioni di Milano Cortina 2026 si sta già preparando alla reunion cominciando naturalmente dai social network. Federica ha postato una foto di lei e Alberto a lume di candela. Con un avvertimento all’amico: “Te lo dico già… se mi fai cadere da QUELLA scala ti uccido…”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»