Laura Pausini trionfa ai Golden Globe con ‘Io sì (Seen)’

laura pausini
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Laura Pausini ha vinto il Golden Globe come miglior canzone per ‘Io sì (Seen)’ dal film di Edoardo Ponti ‘La vita davanti a sé’, con Sophia Loren. Il testo della canzone è di Diane Warren con Niccolò Agliardi.

LEGGI ANCHE: A Sophia Loren Nastro di platino per ‘La vita davanti a sé’

RECENSIONE | ‘La vita davanti a sé’, Sophia Loren verso il terzo premio Oscar

Incontenibile la gioia della cantante di Solarolo (Ravenna), subito mostrata sui social con un urlo liberatorio. Durante la cerimonia, svoltasi da remoto in osservanza alle normative anti Covid, Pausini si è collegata da casa sua, sedurta davanti al suo famoso pianoforte bianco.

“Non avrei mai immaginato di vincere un Golden Globe- ha scritto Pausini su Instagram-, è incredibile”. Pausini ringrazia poi la Hollywood Foreign Press association, Diane Warren, Edoardo Ponti e Sophia Loren (“Per lei, meravigliosa, tutto il mio rispetto e al mia gratitudine”). “Dedico questo premio a tutti coloro che vogliono e meritano di essere visti. E a quella ragazzina che 28 anni fa vinse Sanremo e non si sarebbe mai aspettata di arrivare così lontano. All’Italia, alla mia famiglia, a tutti quelli che hanno scelto me e la mia musica e mi hanno reso quello che sono oggi. E alla mia bellissima figlia, che da oggi vorrei ricordasse la gioia nei miei occhi, sperando che cresca e continui sempre a credere nei suoi sogni”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»