Tutori minori stranieri non accompagnati, nel Lazio 300 nominati e 1.000 formati

Il Lazio è la prima regione in Italia per numero di tutori volontari dei minori stranieri non accompagnati
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il Lazio è la prima regione in Italia per numero di tutori volontari dei minori stranieri non accompagnati con oltre 300 tutori nominati, 1.000 formati e 1.400 candidati che hanno risposto all’avviso pubblico. Gli ultimi diplomi sono stati consegnati oggi al We Gil della Regione Lazio, a Roma, dal Garante dell’Infanzia del Lazio, Jacopo Marzetti, durante un evento al quale ha preso parte anche l’assessore regionale alle Politiche sociali, Alessandra Troncarelli, la presidente del Tribunale dei minori di Roma, Alida Montaldi, la consigliera regionale Pd Marietta Tidei ed Emilia Fargnoli, presidente della Nona sezione del Tribunale civile di Roma.

I nuovi tutori hanno frequentato un corso di 30 ore su materie giuridiche, psicologiche e fenomenologiche. L’abilitazione permetterà loro di essere nominati dal Tribunale per tutorare i minori stranieri non accompagnati del Lazio in tutto 711 – nei processi integrazione sociale e giuridica. Per la prima volta sono stati formati anche ‘tutori del territorio’ che, grazie a un corso aggiuntivo di 8 ore, potranno fare tutoraggio anche dei minori non stranieri.

“I numeri dimostrano un grande risultato, la grande solidarietà e vicinanza a questi ragazzi. Speriamo di continuare con questa partecipazione”, ha detto il Garante dell’Infanzia, Jacopo Marzetti. “C’è stata una flessione negli ultimi tempi ma il numero di minori che arrivano è costante, circa 60 al mese- ha detto Alida Montaldi- e 60 sono anche i tutori formati da gennaio di quest’anno, numero che conferma il grande impegno volontario delle persone nel nostro territorio”.

“In questa gara di civiltà- ha aggiunto la consigliera Tidei parlando alla platea di tutori volontari- il Lazio ha fatto da ‘leone’. Vi siete messi dalla parte dell’umanità anche quando la barbarie sembra diventata un valore”. “La Regione si è mossa molto per la tutela minori- ha sottolineato l’assessore Troncarelli- perché sta potenziando il nucleo familiare e promuovendo la genitorialità positiva. Il vostro lavoro- ha aggiunto rivolta alla platea- è delicato, in quanto il minore ha bisogno di avere a fianco una persona che in determinate situazioni funga da genitore, e vi auguro di farlo al meglio”. “È molto bello vedere tutta questa partecipazione- ha concluso Fargnoli- Avete ricevuto una formazione solida, e ora cercheremo di offrirvi un aggiornamento continuo anche con l’aiuto delle istituzioni coinvolte”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

1 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»