Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Il fronte Pd-Bonino si spacca sull’Imu, Renzi: “Rimetterla non sta né in cielo né in terra”

Chiusura totale dal segretario del Pd alla proposta della leader radicale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Non esiste. Non sta ne’ in cielo ne’ in terra. Almeno per il Pd. Noi Imu e Tasi sulla prima casa le abbiamo tolte, e abbiamo tolto anche l’Imu per gli imbullonati”. Cosi’ a Mattino Cinque Matteo Renzi commenta la proposta di Emma Bonino di rimettere Imu e Tasi sulla prima casa. Chiusura totale dal segretario del Pd.

PIU’ EUROPA: POSSIBILE RITORNO A IMPOSTE PRIMA CASA PER REDDITI ALTI

“Se per finanziare la riduzione delle tasse su lavoro e impre­se dovesse essere ne­cessario anche – non è detto, se si mant­iene la spesa costan­te e si confermano tassi di crescita im­portanti – considera­re un parziale ritor­no alle imposte sulla prima casa per i redditi più alti, sia­mo pronti a farlo”. , sostiene  Piu’ Europa con Emma Bonino sulla pagina facebook di Bonino. “Come dimostrano le analisi di Cottarelli, promettiamo cose positive e fattibili. E le tasse le ridur­remo, davvero e in modo duraturo: interv­enendo sulla spesa. Fine della polemica”, aggiunge Piu’ Europa.

La lista Piu’ Europa propone “agli italiani una ricetta chiara e responsabi­le”, si legge sulla pagina di Emma Bonino. “Una prima parte di legislatura in cui il livello di spesa resta quello del 2017, rimodulato al suo interno in favore degli investimenti e dei servizi alla persona, ma senza aum­enti complessivi, in modo da beneficiare della crescita econ­omica e ridurre davv­ero il debito (la ve­ra priorità immediat­a). Da metà legislatura, una seconda fase in cui ridurre signifi­cativamente le tasse sul lavoro, con una semplificazione del­le aliquote e degli adempimenti”.

 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»